Skip to content

Under 16 Blu

 

E’ una partita che ci lascia tanta amarezza, quella andata in scena al Palazzetto di Montelupo e che ha visto la nostra Under16 cedere per 3-1 al forte San Michele, nella prima sfida dei quarti di finale. Si complica e in maniera importante, il cammino delle ragazze di Meri Malucchi, che adesso dovranno andare a vincere fuori casa per impattare il conto sull’1-1 e poi anche far propria un’eventuale bella. Insomma, perdere tra le mura amiche, contro una squadra altamente competitiva e che in casa propria diventa quasi imbattibile, ha spostato nettamente l’ago della bilancia di questa qualificazione, dalla parte delle nostre avversarie. Avversarie che, come già si conosceva, godono anche di tutti i favori del pronostico per la vittoria finale del campionato territoriale.

Malgrado alcune sofferenze di condizione, dovute a postumi di influenza e risentimenti vari, la squadra scende in campo in formazione tipo, ma era alta la preoccupazione sulla tenuta alla distanza, in una partita che si preannuciava ad alto contenuto agonistico.

Il San Michele è squadra solida, che sbaglia pochissimo e che fin da inizio gara mette sotto pressione la nostra ricezione con battute terribili. Le ospiti si aggiudicano abbastanza agevolmente il primo set per 25-20. Il ritorno della Savino Del Bene non si fa attendere. Nel secondo parziale riusciamo a contenere maggiormente gli errori, anche se resta chiaro che per vincere questa partita, non puoi permetterti sbadataggini e devi fare davvero tutto alla perfezione. La spuntiamo 28-26 e andiamo al cambio campo sull’1-1. Purtroppo, però, finiscono qui le nostre chances, perché nei due set successivi, la squadra sembra quasi mollare di fronte a un avversario veramente solido. Forti in battuta e capaci di contenere le nostre attaccanti con un buon muro difesa, le biancoblu perdono troppo spesso la pazienza e non hanno la lucidità di contrattaccare al meglio per mettere in difficoltà le avversarie. Cediamo due set 25-17 e 25-18, rimandando il tutto a una complicatissima partita di ritorno. Delusa del risultato, ma consapevole di avere affrontato una squadra tosta, l’allenatrice della Savino Del Bene, Meri Malucchi, analizza la partita e guarda al prossimo impegno: “Sapevamo benissimo che San Michele è squadra solida, che sbaglia pochissimo e che devi giocare sempre al massimo per competere con loro. Chiaramente, in cuor mio, c’era la speranza di fare meglio di quel che invece è accaduto, soprattutto perché giocavamo in casa nostra. Siamo stati un po’ traditi dalla nostra instabilità, chiamiamola così, nel fare le cose. Troppi alti e bassi, con tanti errori soprattutto in battuta, ci hanno penalizzato, regalando troppo a una squadra che, davvero, non ha bisogno di regali”.

Coach Malucchi non vuole sentir parlare di scuse o di una situazione che durante l’anno si è fatta complicata per l’abbandono di un paio di giocatrici; tuttavia, ad onor di cronaca, c’è da sottolineare una Anna Saletti non al meglio della condizione e, appunto, una panchina con bimbe dell’Under 14 le quali, tra l’altro, sono in fase di recupero da piccoli fastidi fisici, in vista dell’imminente Final Four: “Credo che i problemi facciano parte del gioco e capitino un po’ a tutte le squadre. E’ chiaro che ognuno guarda al proprio orticello e, ovviamente, vorresti arrivare alle partite importanti con il meglio che hai in rosa in perfette condizioni. Queste difficoltà, però, devono essere uno stimolo per fare di più anche in condizioni difficili”. Meri preferisce tornare poi sulla partita e sulle difficoltà riscontrate nel gioco: “Ci ha condizionato la troppa instabilità nel fare le cose; una palla bene e una male; errori al servizio, come ho già detto e non siamo state capaci di battere sugli obiettivi prefissati; in attacco non abbiamo avuto la lucidità di variare i nostri colpi per mettere in difficoltà la loro difesa. Indipendentemente dal set vinto o perso, loro hanno sono stati molto più cinici di noi. Abbiamo comunque le armi per poter vincere la prossima partita, ma dovremo saperle usare. Possiamo ribaltare questa situazione? Ci proveremo; se si fosse giocato la prima fuori, forse sarebbe un po’ più semplice; ora c’è da mettere in campo un’ottima prestazione e sperare che loro concedano qualcosa in più, anche se non credo che abbasseranno tanto la guardia. Abbiamo trovato sulla nostra strada la squadra più forte di Firenze e, purtroppo, per qualche ragione, l’abbiamo trovata nel quarto di finale”.

Se è vero, infatti, che San Michele è certamente la formazione più accreditata del territorio fiorentino per la vittoria finale; la Savino Del Bene riveste i panni del runner up di questo campionato. Probabilmente qualche cosa è andato storto nel sorteggio della griglia, perché comunque andrà a finire questo quarto di finale, è certo che il Comtitato Territoriale perderà una delle sue squadre migliori nella corsa al titolo regionale, a vantaggio di formazioni provenienti da altre province. E questo è un vero peccato.

 

SDBVP – Cuore Volley San Michele 1-3 (20/25 – 28/26 – 17/25 – 18/25)

 

Savino Del Bene Volley Project Blu: Giulia Agnetta; Matilde Allegri; Laura Castellani; Alessandra Filip; Agata Gelli; Sara Ghiotto; Olivia Mannucci; Nicol Martinez; Alessia Parrini; Sara Pasquini (K); Martina Prosperi; Luna Sabatelli; Anna Saletti; Rebecca Taddei (L); Allenatore Meri Malucchu; II Allenatore Gianni Innocenti; Dirigente Accompagnatore Marco Mannucci