Skip to content

Amichevole Savino Del Bene – Beng Rovigo

Amichevole Savino Del Bene – Beng Rovigo

3 a 1 (25 – 21, 19 – 25, 25 – 14, 25 – 22)

Savino Del Bene – Beng Rovigo 3 a 1 (25 – 21, 19 – 25, 25 – 14, 25 – 22)
SAVINO DEL BENE: Perinelli, Stufi, Garzaro, Lipicer, Pietrini, Lussana, Astarita, Ruzzini, Muresan,Scacchetti, Vanzurova, Menghi, Vincourova.
All.: Bellano.
Ass.: Azzini
Beng Rovigo: Zardo (l), Guatelli (5), Lotti (2), M’Bra, Brusegan, Musti, Crepaldi, Pincerato, Manfredini, Coan, Milan (l), Lisandri, Puglisi.
All. Ferrari
Ass. Friso
Terzo test match della Savino Del Bene che affronta un’ottima squadra come la Beng Rovigo. Sestetto iniziale con il capitano Lipicer in campo, palleggio affidato a Vincourova, opposta Muresan, al centro Garzaro e Stufi, libero Ruzzini con l’altra attaccante Vanzurova che inizia il match mettendo subito palloni a terra. Rispetto al match con Orvieto, la schiacciatrice ceca è sembrata più vicina alla forma ottimale. Il punteggio di 16 a 9 per la Savino Del Bene sembra prevedere un match in discesa, ma un calo di tensione di Scandicci dà ossigeno alla Beng che torna in partita grazie ai punti di una scatenata Guatelli. Nel corso del primo parziale cambio Perinelli-Muresan con la romena in campo nel finale per gli scambi decisivi. Rispetto ai match precedenti Vincourova cerca più soluzioni possibili: schiacciate dalla seconda linea, primi tempi e fast: non tutto riesce alla perfezione ma la maggior varietà di gioco è anche sinonimo di crescita. Ottimo al centro il lavoro di Stufi , brava a muro e sempre pronta quando chiamata in causa da Vincourova. 
Secondo parziale con la Beng che sorprende le ragazze di Bellano, Brusegan trova un bel colpo che casca nei tre metri e Rovigo conquista il break: 5 a 1. Contro break griffato Garzaro che erge un muro invalicabile, si continua punto a punto. Vanzurova è brava dalla seconda linea, Lipicer a muro: ma le scandiccesi commettono ancora tanti errori gratuiti, 16 a 12 Rovigo. Le venete non sbagliano niente e volano sul 19 a 12. Perfette in difesa e ricezione. 25 a 19 che è lo specchio fedele del set. 
Savino Del Bene che torna padrona del match e del campo con l’inserimento prezioso di Lussana in difesa che appoggia bene alla nostra palleggiatrice. Positivo anche l’inserimento di Astarita con Vanzurova spostata opposta, mentre Menghi entra subito con un “murone” stampato in faccia alle venete. Tutto è filato liscio, 25 a 14.
Quarto set: Ruzzini riceve in maniera perfetta, palleggio di Scacchetti e Perinelli colpisce splendidamente in parallella, quasi con un colpo da beach. Parziale equilibrato fino all’ace di Astarita ( 8 a 5). La Savino Del Bene si scioglie, nonostante ancora i tanti errori, e si vede una bella pallavolo. Continui cambi di posizione per coach Bellano che prova l’arsenale offensivo in più ruoli. Muresan scatenata nel finale prima con un pallonetto in posto 2, poi con una splendida parallela. Finisce con muro di Vanzurova, bene così: 25 a 22. Anche la maledizione Rovigo (sempre vittorioso contro le scandiccesi nella scorsa stagione) è abbattuto.