Skip to content

Bellissima Savino Del Bene, ma il muro di Pomì fa la differenza

Bellissima Savino Del Bene, ma il muro di Pomì  fa la differenza

POMì CASALMAGGIORE – SAVINO DEL BENE SCANDICCI 3 – 1 (25-22, 26-24, 25-27, 25-17)
10° Giornata di ritorno Campionato Serie A1 Femminile

Pomì Casalmaggiore: Bacchi ne, Llyod 7, Siressi (l), Cecchetto (l) ne, Ferrara ne, Gibbemeyer 10, Cambi 1, Piccinini 10, Olivotto ne, Kozuch 20, Stefanovic 18, Tirozzi 17, Rossi Matuskova ne.

All. Barbolini
Ass. Bolzoni

 

Savino Del Bene: Arias, Stufi 15, Alberti 3, Loda 4, Fiorin 19, Pietersen 4, Merlo (L), Scacchetti, Giampietri n2, Nikolova 22, Ikic, Rondon 2.

All.: Chiappafreddo
Ass.: Azzini

Arbitri: Sobrero – Braico

Spettatori: 2770

Set: 25-22 (27'); 26 – 24 (29'); 25 – 27 (27'); 25 – 17 (23').

Cremona – La Savino Del Bene dopo cinque vittorie consecutive s'inchina alla Campionesse d'Italia. Sicuramente le scandiccesi non escono ridimensionate da questa battaglia sportiva, a Casalmaggiore per lunghi tratti è stata la regia di Rondon a comandare il gioco; solo nei finali di parziali è emersa la maggior esperienza delle padroni di casa.
Sorpresa nel sestetto: debutta Arias per Alberti mentre Fiorin vince il ballottaggio con Pietersen. Savino Del Bene comincia subito avanti il match con due colpi di gran classe di Valentina Fiorin. Loda nei tre metri, 5 a 4. Nikolova usa il muro avversario, 8 a 6 Savino Del Bene. Consueta pallavolo semplice ed efficacie griffata Chiappafreddo. Barbolini chiama time-out spaventato dalla grinta della compagine fiorentina. Pomì riesce a tornare sotto nel punteggio e grazie a degli errori gratuiti del sestetto scandiccese lo supera: 12 a 10 Pomì al time-out tecnico. Stefanovic riscalda il braccio e le Campionesse d'Italia volano sul 16 a 12. Doppio cambio escono Rondon e Nikolova subentrano Scacchetti e Pietersen. Fast di Stufi, parallela di Pietersen e la Savino torna sotto. In campo Alberti per Arias rientrano anche Rondon e Nikolova. Pomì conduce con solo due punti di vantaggio, 19 a 17. La Savino Del Bene non molla, si gioca punto a punto, sale la tensione e la pantera bulgara graffia, parallela precisa 20 – 19 per Pomì. Si gioca punto a punto, poi chiude Piccinini: 25 a 22 Casalmaggiore.

Ancora tanto equilibrio nel secondo parziale, le squadre si esibiscono in una pallavolo bella e veloce. Sul 9-9, break di Pomì (3 a 0) firmato da Kozuch. Sul 12 a 9 Mauro Chiappafreddo dispensa consigli a tutto il roster. Dentro nuovamente Scacchetti per Rondon. La Savino Del Bene ci crede volando su ogni pallone, impatta Casalmaggiore sul 23 a 23 e annulla un set-point. Gibbemeyer riesce a chiudere in diagonale il 26 a 24. Un parziale giocato con una pallavolo veloce e tecnicamente quasi perfetta: un autentico Bignami della pallavolo. Chapeau a tutte e due le squadre in campo. Benissimo Stufi (7 punti e 67% in attacco) e Nikolova (6 punti e 46% in attacco) in questo parziale che lascia l'amaro in bocca alle fiorentine.

Terzo set con Arias nuovamente in campo per Alberti. La Savino Del Bene gioca meglio nei primi scambi ma trova spesso il muro di Stefanovic. Altro parziale giocato punto a punto. Il 12 a 11 è una diagonale strettissima di Sara Loda, il pubblico applaude, la Savino Del Bene ci crede! Un fallo di posizione regala il 13 a 13 a Pomì che tornano a condurre grazie al solito muro di Stefanovic. Pipe di Kozuch 15 a 14. Ancora viene fuori il cuore Scandicci, 18 a 17 Savino grazie a un'ace di Nikolova e un attacco di Fiorin. Rientra Alberti per Arias. Altro finale di set non adatto ai cardiopatici. Dentro Pietersen per Fiorin. Nikolova mette giù il 23 a 23. Barbolini chiama il time-out. Stufi mura Piccinini, 24 a 23, set-point Savino Del Bene. Piccinini che annulla il set-point con un tocco da beach. Assoluto equilibrio in campo. Questa volta è la Savino Del Bene ad aggiudicarsi il set grazie a un gran punto di Nikolova e un errore di Gibbemeyer. 27 a 25, questo è spettacolo.
Parte con l'acceleratore Pomì nel quarto gioco, 5 a 2 di Kozuch. Sale il rendimento di Piccinini, 7 a 3. Time-out Chiappafreddo. Sale l'incoraggiamento dei tanti tifosi venuti dalla Toscana. Stufi cerca di tener in partita la Savino Del Bene, ma Pomì sembra meno stanca: 12 a 6 al time-out tecnico. Ikic entrata per dare mano nel giro dietro per aiutare difesa e ricezione e costretta ad uscire dopo uno scontro con una compagna. La Dea Bendata non dà una mano alla ragazze di Chiappafreddo. Kozuch in parallela mette giù il 19 a 12. Finisce qui la partita. Bella Savino Del Bene ma questa volta i tre punti vanno alle avversarie che hanno lavorato meglio soprattutto a muro.
Il coro “Scandicci” alzato al cielo dai tifosi della Pomì è una delle vittorie più belle che possa regalare la pallavolo.

Mauro Chiappafreddo: "Nel muro sono stati micidiali, Piccinini in forma play-off e gran difesa da parte di tutte. Questi gli ingredienti della vittoria di Pomì. Noi guardiamo avanti con ottimismo"

(Foto Simone Contesini @GetSportMedia.)