Skip to content

Il carattere e il cuore di Tina Samec Lipicer

Il carattere e il cuore di Tina Samec Lipicer

Dalla passione per i cani a quella in moto: una donna da scoprire!

Forte e determinata, sa cosa vuole, sa ascoltare ma non si tira indietro quando ha il compito e il dovere di prendere la parola. Pretende molto da se stessa e vuole il massimo impegno dalla sua squadra. Nei momenti di difficoltà è la prima a tirare su il morale delle compagne e da uno sguardo pieno di furore agonistico nasce un sorriso: stiamo parlando del nostro capitano Tina Samec Liciper.Un esempio per tutti.

Ma com'è Tina fuori dal campo? Cerchiamo di conoscerla.

Tina quali sono le tue passioni?

“La mia grande passione sono i cani. Ho tre bellissimi shar pei, un maschio e due femmine. Il maschio sta sempre con me, anche durante la stagione è Il mio bodyguard. 🙂

L'altra mia passione è andare con la moto con mio marito: è un misto di adrenalina e piacere che mi fa impazzire".

Come sono nate?

“Da quando ero piccola avevo il sogno di avere un cane. Ho sempre detto alla mia mamma che da grande avrei avuto tanti cani e cosi è stato. Lo shar pei è una razza che ti entra sotto la pelle, la passione è diventata cosi grande che io e mio marito abbiamo deciso di aprire un allevamento di shar pei. Quando sono libera li porto a fare concorsi di bellezza e devo dire che hanno tanto successo.

L'altra passione me l'ha passata mio marito. Lui quando era giovane correva in moto. Adesso la moto è rimasta solo per le belle gite durante l'estate".

Quando la tua vita non è occupata dalla pallavolo, come passi il tempo libero?

Devo dire che il mio tempo libero è poco. Quando ho giorni liberi o vado da mio marito (ci vediamo poco lui allena in Polonia) o vado a casa a vedere la mia famiglia. Non ho tanti hobby anche perché tutto gira intorno alla pallavolo. E' una grande passione ma è anche un lavoro impegnativo.

Hai dei tatuaggi spesso fotografati, ci puoi dire cosa rappresentano?

“Hahahahah…tatuaggi? Ne ho 3.Uno sulla schiena, uno sulla spalla e uno sotto il braccio. Quello sulla spalla è un scorpione con una rosa rossa. E' un contrasto tra pericolo e amore: è difficile da spiegare. cosi mi sono vista quando ero più piccola!.

Quella scritta sotto il braccio "Proud of them" che sarebbe "Fiera di loro" si riferisce al mio pensiero alla mia famiglia. Ci sono 3 stelline; una che è chiusa in un cerchio e rappresenta i familiari che sono mancati (li penso sempre”) un'altra stellina è la mia famiglia: papà, mamma e sorella e la terza è la stellina del mio marito che adesso rappresenta la mia nuova famiglia”. Il terzo tatuaggio sulla schiena non so perché l'ho fatto, mi andava e basta…”

Le tue amicizie sono nate più nel volley o fuori dall'ambiente sportivo?

“Per noi non è facile avere tante amicizie, perché ti sposti sempre. Ne ho un paio fuori dalla pallavolo e 3-4 nell' ambito della pallavolo. Non è facile farsi amicizie vere”.

Apparentemente hai un carattere molto forte: ma com'è realmente la donna "Tina"?

“E' vero che ho un carattere forte ma è anche vero che tutto questo carattere me lo sono costruita negli anni quando molti mi hanno reso la vita difficile. Nel nostro ambiente se sei forte sopravvivi, altrimenti ti calpestano. E io ho provato tante realtà, giocando in tanti Paesi e sempre da straniera. Purtroppo non è tutto bello come sembra.

Sono una persona che o ami o non sopporti, perchè sono molto schietta, dico le cose che penso e questo non è sempre piacevole per tutti. Per me esiste solo il bianco o il nero. Parlo soprattutto nel lavoro. Sono molto determinata e quello che mi metto in testa lo raggiungo. Almeno fino adesso è stato così: spero che continui.

Nella vita privata ho sempre visuto ascoltando le mie sensazioni: pero' spingendomi sempre al limite. Mio marito è uguale a me. Qualcuno dice che siamo pazzi, può essere, a me le cose normali non piacciono, mi annoiano, mi stancano",

Ora che sei da molto tempo in Italia, ti manca il tuo Paese?

"Certo che mi manca ma è anche vero che sto fuori casa già da quando avevo 17 anni. Sono abituata a muovermi e mi spaventa l'idea di fermarmi e fare una vita normale".

Alla Savino Del Bene ci sei da qualche mese: pregi e difetti di noi fiorentini?

Hahahahahahah…bella domanda. Un bellissimo pregio vostro è che siete molto socievoli e aperti ma anche molto chiacchieroni diciamo…Sbaglio? Ihihihihihih.

Hai un rapporto molto bello con i tifosi cosa ti piacerebbe dirgli?

“Per me i tifosi fanno parte della squadra. Sono contenta perché in poco tempo hanno costruito una bella, sana tifoseria. Non si trova ovunque. A noi aiutano tanto, non è un caso che in casa facciamo le nostre partite più belle. Li ringrazio perché ci sono sempre vicini anche nei momenti più difficili: spero che sia sempre così. Tutti insieme per un solo obiettivo! Savino Goooo”

Per conoscerla ancora meglio andate a vedere la sua passione: www.greenriverpearls.com;)!

Lorenzo Mossani