Skip to content

Il sogno della Savino Del Bene s’infrange contro la perfezione di Conegliano

Il sogno della Savino Del Bene s’infrange contro la perfezione di Conegliano

Master Group Sport Volley Cup A1

11°Giornata d'andata

Imoco Volley Conegliano – Savino Del Bene Volley 3 a 0 (25 – 23- 25 – 22, 25 – 15)

 

Imoco Volley Conegliano: Glass 1, Vasilantonaki ne, Bechis ne, Serena Ortolani 6, Santini ne, Adams 13, Robinson 14, De Gennaro, Easy-Hodge 18, Arrighetti ne, Nicoletti , De Bortoli ne, Barazza 4. 

All. 

Ass. Bertocco

 

Savino Del Bene Volley: Stufi 7, Alberti ne, Loda 9, Lotti, Fiorin 1, Pietersen 5, Merlo (l), Toksoy 5, Scacchetti, Giampietri ne, Nikolova 15, Rondon1.

All. Bellano

Ass. Azzini

 

set: 25 – 23; 25 – 22; 25 – 15

 

Spettatori: 4060

 

Arbitri: Feriozzi e Pasquali

 

Prima della partita omaggiate Nikolova e Fiorin, le ex della partita, con un mazzo di fiori e un lungo applauso proveniente da tutto il PalaVerde. Emozioni che rendono grande il volley. 

Subito dopo un minuto di silenzio per ricordare la recente scomparsa di Andrea Scozzese, presidente del Volleyrò, icona dello sport italiano per valori umani, per tutta la passione e la competenza regalata alla pallavolo. Savino Del Bene col lutto al braccio. 

 

Primo set: Ottima partenza delle ragazze di coach Bellano che si portano avanti 6 a 4. Si accende subito Nikolova con due diagonali di rara potenza. Rondon distribuisce perfettamente il gioco ma al il tie-break tecnico c'è un solo punto di vantaggio per la Savino Del Bene, l'Imoco non molla trascinato da una bellissima cornice di pubblico. 

Marcata bene Pietersen (pressata anche dal servizio delle pantere), è Nikolova il punto di riferimento principale per Rondon. Molto bene anche la fast del nostro capitano Stufi. Conegliano trova il primo vantaggio con un attacco di Ortolani, 17 a 16. Loda ritrova la parità giocando con le mani del muro: 19 a 19. Ma è Conegliano a vincere il set con esperienza non concedendo più nulla. Savino Del Bene quasi perfetta, due errori gratuiti nel finale hanno fatto purtroppo la differenza. Grande pallavolo.

 

Secondo set: Nikolova show: 3 a 1 tutto made in Bulgaria. E' ancora Nikolova a fare male da posto 2 (9-6). Come era successo nel primo parziale, l'Imoco Volley da grandissima squadra fa male al primo errore delle nostre ragazze e riesce a portarsi avanti al time-out tecnico 12 a 11. Bellissimo spettacolo per la pallavolo femminile. Savino Del Bene che torna avanti 15 a 14 grazie a un fallo di seconda linea fischiato ad Ortolani. Il punto più bello è griffato Stufi grazie a un muro dopo uno scambio lungo e di rara intensità 17 a 15. Si gioca punto a punto. Conegliano gioca da capolista e torna a condurre 23 a 22. Loda è murata da Barrazza e subito dopo le padrone chiudono 25 a 22. 

In campo ci sono due liberi che tutto il mondo invidia all'Italia: De Gennaro e Merlo. Chapeau. Adams fondamentale per buttare giù palloni medicinali. 

 

Terzo Set: Fiorin al posto di Pietersen. Si gioca ancora in un perfetto equilibrio spezzato dalle americane che realizzano il break: 11 a 6. Attacco di Loda dalla seconda linea, 11 a 7 ma l'Imoco continua a macinare gioco e punti e chiude l'incontro 25 – 15. La miglior Savino Del Bene impatta contro il miglior Conegliano. Troppo forti le pantere, brave lo stesso le ragazze di Bellano per averci creduto: non c'è sconfitta nel cuore di chi lotta. 

 

Emilya Nikolova: Abbiamo sbagliato due palle nei primi due set e questo è bastato per perdere i parziali e poi la partita.

 

 

Valentina Fiorin: Purtroppo loro giocano una pallavolo molto veloce con tante alternative, nonostante questo meritavamo di più nei primi due set. Il terzo? Abbiamo accusato sul piano psicologico.