Skip to content

La Poli s.n.c. ancora al fianco della Savino Del Bene Volley

La Poli s.n.c. ancora al fianco della Savino Del Bene Volley

Simone e Daniele Poli sperano di rivivere le emozioni che la Valdagna regalò a Scandicci

"L'amore per la pallavolo è un qualcosa di viscerale che ormai coltivo da quarant'anni ed è per questo che abbiamo deciso di aiutare la causa della Savino Del Bene Volley!" Queste sono le prime parole di Daniele Poli a cui fanno eco i consensi del cugino Simone, proprietari dell'azienda Poli s.n.c., entrambi presenti in sede per rendere ufficiale il proseguimento dell'avventura con la famiglia Savino Del Bene. La Poli s.n.c. si occupa dell'installazione e della manutenzione di impianti elettrici civili ed industriali di ogni genere e più in particolare, senza che ciò costituisca limitazione alcuna, di impianti di condizionamento, di impianti automatici, di impianti per il sollevamento quali montacarichi, ascensori ecc., di impianti di allarme, televisivi, per la trasmissione dei dati in genere e simili e, cosa ancora più importante, da anni collaborano con la Savino Del Bene. Anche in questa stagione supporteranno la squadra di pallavolo grazie all'amore e alla passione che nutrono per Scandicci e per questo magnifico sport.

"La pallavolo è entrata nelle nostre vene nell'ormai lontano 1973, anno di svolta qui a Scandicci per quanto riguarda la pallavolo.  All'epoca frequentavamo le medie e la squadra di pallavolo femminile del Lanificio Valdagna fece impazzire di gioia Scandicci con la vittoria dello scudetto, ma l'amore per questo sport già covava in città e durante la stagione tutti erano già impazziti per questo sport e per quella storica squadra. Quando parlo di una Scandicci impazzita non sto scherzando, ai tempi era una città piccola, in pieno sviluppo, e tutti si conoscevano. Mi ricordo come tutti avessero in mente e in bocca la Valdagna Pallavolo, era un entusiasmo vissuto in modo diverso da quello di oggi, nonostante anche oggi la Savino abbia ravvivato l'interesse di tutti e la città sia in fermento, in quella stagione si respirava qualcosa di magico a Scandicci e già si percepiva che qualcosa di grande sarebbe stato scritto nella storia. L'episodio che ricordo con più affetto è quando si pose il problema del pubblico, visto che non c'erano degli spalti. Risolsero tutto chiedendo a dei ragazzi di Scandicci, appassionati di volley, di costruire con tavole di legno e tubi innocenti gli spalti per i tifosi, ovviamente non furono pagati, ma in cambio ebbero l'abbonamento per le partite della stagione che poi portò allo scudetto e ricordo come se fosse ieri di quanto fossero felici di questo regalo.  E' così che mi sono appassionato alla pallavolo femminile, che rispetto a quella maschile è uno sport più tecnico e di squadra vista la minore fisicità di chi lo pratica. Il progetto del Presidente Nocentini è molto importante e spero che anche col nostro contributo si possa tornare, il prima possibile, a respirare quell'aria magica che mi ha fatto innamorare di questo sport! Ci tengo a sottolineare l'importanza dello spirito di squadra che reputo un qualcosa di fondamentale e di insostituibile in qualsiasi campo, che sia quello da gioco o quello lavorativo. Ho sempre cercato e ricercato anche sul lavoro un gruppo fidato e consolidato con cui lavorare tutti i giorni nel tempo ed è per questo che nonostante vari innesti, la mia squadra è composta ancora dallo zoccolo duro che iniziò a lavorare con me più di trent'anni fa. Questo spirito è quello che anima, ovviamente, anche la nostra collaborazione con la Savino Del Bene Volley, per noi è un onore continuare a far parte far parte di una famiglia e una squadra così importante a livello nazionale. L'obiettivo comune che ci spinge e ci accomuna è la voglia di crescere e tramite programmazione e, appunto, spirito di squadra, sono sicuro che potremmo crescere molto a livello di immagine e sul campo!"

Il rapporto con la Savino Del Bene Volley, però, non nasce oggi come sponsor della squadra, ma affonda le radici nel passato.. da quanto è che vi conoscete con il Presidente Paolo Nocentini e quindi con la Savino Del Bene?

"In effetti conosciamo la Savino da una trentina di anni, quando, quasi per caso, ci fu commissionato un lavoro alla Fattoria di San Michele a Torri di un Presidente Paolo Nocentini già allora molto lungimirante ed esigente nel voler dare una determinata immagine alla sua proprietà. Questa sua meticolosità mi colpì molto e ho visto come la applichi in tutto quello che fa, questo è sinonimo di garanzia anche a livello sportivo ed infatti la Savino Del Bene Volley ogni anno cresce costantemente in obiettivi e traguardi raggiunti. In breve tempo iniziammo a lavorare saltuariamente alla Savino, soprattutto la notte e questo ci ha garantito quella stima che poi ha portato allo sbocciare di una collaborazione pluridecennale.

In quanto cittadini di Scandicci noi della Poli s.n.c. siamo per prima cosa tifosi di una squadra che rappresenta la nostra città in Italia e speriamo il prima possibile anche in Europa. Nella prossima stagione con gli innesti che ci sono stati, è inutile negarlo, la Savino mira a qualcosa di importante e sono convinto che finalmente torneremo a vedere una città in delirio e in festa per sostenere la squadra. Mi auguro, quindi, che possa seguire le orme della Valdagna e che ci regali il prima possibile un trofeo, sulle ali della passione e dell'entusiasmano che animano in prima persona il presidente e, poi, la squadra e la città!"