Skip to content

La Savino Del Bene è perfetta, Il Bisonte deve arrendersi in tre set

La Savino Del Bene è perfetta, Il Bisonte deve arrendersi in tre set

Grande prova di Rondon e Toksoy

Settima giornata girone d'andata

Mastergroup Serie A1 Femminile

Savino Del Bene Volley – Il Bisonte Firenze 3 – 0 (25 – 9; 25 – 20, 25 – 17)

 

Savino Del Bene Volley Scandicci: Stufi 5, Alberti ne, Loda 14, Lotti ne, Fiorin 2, Pietersen 9, Merlo (l), Toksoy 18, Scacchetti ne, Giampietri ne, Nikolova 9, Rondon 7.

All. Bellano

Ass.Azzini

Il Bisonte Firenze: Perinelli 2, Ninkovic 7, Mazzini ne, Turlea 2, Negrini 1, Van De Vyver 2, Parrocchiale (l), Vanzurova 10, Pietrelli, Calloni 8, Martinuzzo ne.

All. Vannini

Ass. Gentile

Arbitri: Florian, Fretta

Spettatori: 1500 circa

Set: 25 – 9; 25 – 20, 25 – 17

 

Scandicci – Il derby apre il palcoscenico con un bel pallonetto di Calloni, risponde una diagonale vincente di Loda. Poi una bellissima pipe di Pietersen e un muro di Toksoy mettono subito le ali alle padroni di casa (6 a 2). Time out Vannini. Esce Negrini ed entra Perinelli.

Ritmo impressionante della Savino Del Bene, Rondon è sempre più padrona della squadra e varia molto il gioco: il 10 a 2 è messo a terra dalla bulgara Nikolova. Time-out tecnico 12 a 3. Loda e Nikolova uccidono il set non sbagliando una palla. Merlo in difesa vola ovunque, per il Bisonte diventa tutto difficile. Il parziale di 20 a 7 per la Savino Del Bene racchiude la sintesi di un set giocato solo dalle padroni di casa. Finisce 25 a 9, bellissima pallavolo, Savino Del Bene perfetta.

 

Secondo set: Loda apre ancora lo score con una diagonale nei tre metri, subito dopo è un secondo tocco di Rondon a mettere il parziale sul binario giusto per le padroni di casa. Questa volta Il Bisonte ha una grande reazione di carattere e si porta sul 5 a 2. Time-out chiamato da Bellano. Il gioco riprende con Scandicci che sbaglia troppo gratuitamente, Firenze mantiene il vantaggio fino al time out tecnico 12 a 9. Ancora Loda e un grande muro di Toksoy su Vanzurova porta le squadre nuovamente in parità (12 a 12).

Torna il ritmo del primo parziale imposto dalle padrone di casa e arriva subito il break e la Savino Del Bene che mette le ali: 20-17. Muro a uno di Toksoy di 23 – 18. il 24 a 19 fa alzare il palazzetto in piedi: tocco delizioso di Rondon (quasi da beach) che trova impreparata tutta la difesa fiorentina. Il punto decisivo lo regala Vanzurova con errore gratuito in battuta. Finisce 25 – 20.

 

Terzo set: Si gioca punto a punto, capitan Stufi suona la “fast” del 7 a 6, il punto della resa del Il Bisonte aggredito su ogni pallone da una squadra che sta crescendo match dopo match, partita dopo partita, scambio dopo scambio. Rondon continua ad essere il direttore d'orchestra di una sinfonia che suona “pallavolo”. Da sottolineare il buon impatto di Fiorin subentrata a Pietersen sul finale di set. Partita che finisce con un secco 25 a 17.

 

 

Match divertente, spettacolo sugli spalti, spettacolo in campo offerto dalla Savino Del Bene alla sua terza vittoria consecutiva e dalle cheerleader pronte ad animare ogni finale di parziale. Coach Bellano sta veramente dando un'impronta importante al gioco della società di patron Nocentini. #savinogogogo!

 

Bellano: “Stiamo facendo bene in muro-difesa, in battuta stiamo migliorando progressivamente. Vorrei sottolineare che nel momento in cui Piertersen ha fatto 0 su 7 è entrata Fiorin che ci ha dato una gran mano, sottolineando l'importanza di tutto il roster. E' importante crescere il ritmo come in queste ultime partite perché il campionato è equilibrato e come ho ripetuto dall'inizio della stagione non ci sono punti vinti o persi prima di giocare”.

 

Toksoy: “Eravamo molti preparati per questa partita molto sentita. Oggi abbiamo dato dimostrazione di essere una squadra, ancora non siamo amalgamate al 100% ma sono molto contenta. Oggi ho fatto una partita perfetta? Grazie, peccato aver sbagliato un attacco – sorride Bahar -, ora pensiamo a Montichiari”.