Skip to content

Orgoglio, cuore e una bella Muresan non bastano alla Savino Del Bene

Orgoglio, cuore e una bella Muresan non bastano alla Savino Del Bene

Pomì Casalmaggiore si impone 3 a 1 e il sogno playoff si spegne definitivamente

VENTESIMA GIORNATA CAMPIONATO SERIE A1 FEMMINILE MASTERGROUP

SAVINO DEL BENE VOLLEY – POMI' CASALMAGGIORE

 

Set: 14-25; 27-25; 18-25; 22-25.

SAVINO DEL BENE VOLLEY: Perinelli, Stufi 11, Garzaro 5, Samec Lipicer 14, Usic 5, Lussana (L) ne,  Ruzzini (L), Muresan 15, Scacchetti, Vanzurova 6, Menghi ne, Vincourova 2.       All. Bellano  Ass. Azzini

 

POMI' CASALMAGGIORE: Ortolani 1, Skorupa 4, Bianchini 20, Sirresi (L), Gennari 17, Quiligotti (L) ne, Gibbemeyer 13, Agrifoglio ne, Klimovich ne, Stevanovic 7, Tirozzi 12.                   All. Mazzanti  Ass. Bolzoni

 

ARBITRI: Turtù Marco di Ascoli Piceno e Valeriani Silvano di Roma.

NOTE – durata set: 18', 30', 24', 31' . Per un totale di: 105'.

 

E' ritornata a giocare una gran pallavolo la Savino Del Bene ma non è bastato contro una grande Pomì. Gara densa di motivazioni quella che va in scena a Scandicci: la Savino Del Bene Volley per combattere contro la matematica, Pomì Casalmaggiore per trovare il secondo posto, distante solo un punto.  Il primo punto dell'incontro è della Savino Del Bene su errore in attacco delle avversarie. Le fiorentine sono molto concentrate e procedono punto a punto contro una Pomì col coltello tra i denti e con l'obiettivo del sorpasso su Modena. La Savino non vuole sfigurare di fronte al suo pubblico e il primo set è molto combattuto. Break importante di Pomì che scappa a più tre (5 a 8) e coach Bellano corre ai ripari chiamando il primo time out. Arriva il time out tecnico e il risultato è 12 a 8 per Pomì, dopo l'avvio convincente la Savino sta mano a mano lasciando terreno alle avversarie, molto più incisive in attacco con Bianchini e Skorupa in splendida forma. Splendido muro di Gibbemeyer sul primo tempo di Garzaro e Pomì prende il volo (8 a 15).  Splendido punto su una ricezione lunga di Samec Lipicer che infiamma un finora spento Palazzetto di Scandicci. Coach Bellano effettua i primi cambi: Scacchetti e Perinelli per Vincourova e Usic. Doppio muro di Skorupa sul capitano Samec Lipicer e Pomì vola verso il primo punto dell'incontro (13 a 21). Primo set delle padrone di casa scioccante, dopo un avvio convincente, la Savino entra in confusione assoluta e le ragazze di Mazzanti ne approfittano. Prima frazione di gioco che si conclude sul risultato di 14 a 25 per Casalmaggiore, una vera e propria sentenza nei confronti del gioco di Samec  Lipicer e compagne.

Archiviato il primo deludente set, Scandicci entra in campo per tornare in corsa e coach Bellano decide di buttare nella mischia Daiana Muresan al posto di Vanzurova. La Savino scappa grazie ai colpi di Muresan, Stufi e Lipicer, questa volta è Pomì Casalmaggiore a dover inseguire. Stupendo lungo linea di Muresan per il 5 a 2 e Mazzanti chiede il time out. Bella fast di Gibbemeyer nel tentativo di accorciare (10 a 8). Al time out tecnico è in vantaggio  una Savino Del Bene rigenerata (12 a 8). Intelligente il punto di Samec Lipicer che usa le mani del muro (15 a 11). Muro di Stufi su Bianchini e Scandicci conduce 16 a 12. Casalmaggiore torna in corsa con Tirozzi in battuta, break importante di 3 punti, ma la Savino non molla (18 a 16). Stupendo muro a uno di Muresan ai danni di Tirozzi (20 a 16), il suo ingresso nel secondo set ha restituito vitalità e concretezza al gioco di Scandicci. Usic spreca e Pomì Casalmaggiore torna prepotentemente in corsa (21 a 19), il nuovo acquisto di Scandicci ha finora deluso le aspettative con una prova in ombra. Scandicci accusa la pressione, che black out per la Savino Del Bene: arriva il sorpasso di Casalmaggiore (21 a 22). Bellano chiama il time out e butta nella mischia Perinelli per una spenta Usic. Il finale di set si infiamma: fast di Stufi che griffa il 24 a 23, ma Bianchini risponde subito. Muro di Garzaro, ma la palla esce dal parquet di Casalmaggiore e il risultato è 25 pari. Errore in attacco di Casalmaggiore e Muresan la chiude 27 a 25: la Savino Del Bene ristabilisce la parità con qualche rischio di troppo in un set da subito condotto con autorità.

Il primo punto del terzo set è di Casalmaggiore con Gennari, a cui fa seguito Tirozzi, le ospiti cercano subito la fuga (0 a 2). Scandicci non ha intenzione di mollare e col break di due punti torna subito in parità. Bellissimo avvio di set: le due squadre si affrontano a viso aperto e lo spettacolo fa da protagonista con il punteggio che procede punto a punto. Ace di Gennari e la squadra ospite tenta la fuga (6 a 9). Bellissimo primo tempo di Stufi che schiaccia nei due metri dalla rete (9 a 11), ma è Pomì ad essere in vantaggio al time out tecnico. Muro di Usic su Stevanovic, seguito subito dal punto di astuzia di Vincourova e la Savino Del Bene Volley torna in corsa (12 a 13). Come nei due set precedenti, nel momento decisivo, arriva il black out di Scandicci: Pomì trova le misure a muro e Ortolani e compagne conducono per 20 a 15. La Savino col cuore prova un recupero impossibile e Tirozzi in battuta ha la prima palla set, che non va sprecata. Il set si conclude 18 a 25, troppi gli errori per le ragazze di coach Bellano e sempre concentrati nel momento cruciale dell'incontro.

Quarto set che si apre nel migliore dei modi per Scandicci: la battuta forzata di Vanzurova mette in seria difficoltà la ricezione di Pomì (2 a 0). Stufi sigla il 4 a 2 mettendo fine ad uno scambio infinito con Sirresi e Ruzzini che meritano gli applausi dei presenti per una prestazione maiuscola in ricezione. Il quarto set, dove Scandicci si gioca tutto, risveglia il pubblico di Scandicci che crede nella rimonta della Savino.  Ace di Vanzurova e Scandicci vola trascinata dal pubblico (10 a 7). Time out tecnico della quarta frazione di gioco che arriva sul 12 a 9 per la Savino Del Bene. Ai colpi di Bianchini, la fiorentina dal dente avvelenato, rispondono i due muri di Stufi e Vanzurova (14 a 11). Stupenda fast di Federica Stufi che vale il 15 a 12. Con Skorupa in battuta Casalmaggiore si rifà sotto (15 a 14), ma Vanzurova ha una marcia in più e crea di nuovo il vuoto (17 a 14). Scandicci si complica di nuovo la vita, arrivano gli errori dei primi set e Casalmaggiore trova il pareggio (18 a 18). Coach Bellano chiama tutti agli ordini e Muresan trova il 19 a 18, ma Bianchini replica subito. Stufi a muro beffa skorupa e Scandicci torna in vantaggio (20 a 19). Casalmaggiore trova il primo vantaggio (20 a 21), ma Stufi sale in cattedra e con un'altra fast trova il pareggio. Doppio errore di Vanzurova in attacco e Pomì trova il doppio vantaggio (21 a 23). Ancora una volta Federica stufi (22 a 23) ancora tutto è possibile. Tirozzi rompe le mani del muro di Scandicci e Skorupa si appresta a battere per il match point. Gennari non sbaglia e il match se lo aggiudica Casalmaggiore, tanti rimpianti per Scandicci in questa partita dove gli errori hanno condizionato troppo la prestazione delle ragazze di coach Bellano. Le lacune a muro e in ricezione hanno fatto la differenza. I playoff sono un sogno, si giocherà soltanto per la supremazia dell'hinterland fiorentino nel derby contro Firenze.