Skip to content

Primi applausi a Pesaro per la Savino Del Bene

Primi applausi a Pesaro per la Savino Del Bene

Test vinto 4 a 0

Volley Pesaro – Savino Del Bene Scandicci 0-4 (16-25; 13-25; 18-25; 33-35)

VOLLEY PESARO: Bokan 14, Olivotto 9, Baldi 8, Arciprete 8, Lapi 5, Carraro; Ghilardi (L), Cambi 2, Bussoli 6. All.: Bertini.

SCANDICCI SAVINO DEL BENE: Carlini 2, Bianchini 11, Ferreira Da Silva 20, Haak 25, Papa 16, Arrighetti 12; Merlo (L), Di Iulio 1, Mancini 5, Ferrara (L). All. Parisi.

ARBITRI: Luciani e Rossetti.

Volley Pesaro: battute sbagliate 8; battute vincenti 2; ricezione 41% (prf. 23%); attacco 34%; errori 18; muri 0.

Savino Del Bene: battute sbagliate 11; battute vincenti 11; ricezione 58% (prf. 24%); attacco 49%; errori 28; muri 9.

PESARO – La Savino Del Bene vince e convince. Nella prima vera amichevole della stagione le ragazze di coach Parisi hanno strappato applausi e hanno fatto vedere una bella pallavolo.

Primo set equilibrato almeno nelle prime battute con Scandicci che, con il passare degli scambi, mette il muso avanti tenendo a debita distanza le padrone di casa leggermente fallose in battuta. Un attacco di seconda di Arrighetti murato out da Carraro porta le ospiti sull’1-0.

Nella seconda frazione parte decisamente forte Scandicci (8-3) ma con Olivotto in battuta Pesaro piazza un parziale di 3-0 riaprendo il set (6-8). Grazie a difese da urlo, Scandicci allunga a metà del set (15-9) costringendo Bertini a fermare il gioco. Bianchini in battuta cerca di spaccare il set (17-10). E’ l’allungo decisivo: ed è ancora Arrighetti, questa volta in fast, a portare sul 2-0 Scandicci.

Nel terzo parziale Bertini manda in campo la Cambi. Avvio equilibrato con Arciprete che, con una pipe impatta sul 6 pari. Ma la ricezione rossoblù soffre le battute ficcanti delle toscane ed è presto 13-7 per le ospiti (parziale di 7-1). Ma Pesaro non ci sta e prova a tenere vivo il set (11-15). Scandicci però riprende il comando delle operazioni e un attacco potente della Haaknon è difeso da Pesaro ed è 3-0.  

Gli allenatori decidono di continuare a giocare ed è il turno di Isabella Di Iulio in cabina di regia, Mancini al centro e Ferrara libero mentre Bertini sposta in posto “2” Bokan inserendo Bussoli. Il parziale è equilibrato fino all’8 pari quando, con Di Iulio in battuta, Scandicci prova a scavare il primo solco (11-8). Pesaro non si perde d’animo e un errore in ricezione delle ospiti è sfruttato da Bokan ed è ancora parità (12-12). Da qui in poi si procede punto a punto con Scandicci che ha sempre un piccolo margine di 2 punti ma sul finire della frazione è ancora parità (22-22) grazie ad un attacco di Bussoli e una veloce di Mancini. Si va ai vantaggi, interminabili con le squadre che si scambiano di continuo il set ball decisivo. Un invasione di Olivotto e un muro di Papa chiudono la contesa.

Scandicci e Pesaro si sono presentate a questo appuntamento prive di alcune pedine importanti come Samadova, Bosetti e De La Cruz per Scandicci e Van Hecke, Aelbrecht e Nizetich tra le rossoblù con Cambi appena rientrata dagli impegni con la Nazionale.

 

Parisi: "Abbiamo lavorato bene col muro difesa e in battuta. Ma quello che mi è piaciuto di più è l'atteggiamento mentale della squadra. Tutte le atlete hanno dato tutto, ci sono stati tanti errori ma anche tante cose buone. La strada è quella giusta"