Skip to content

Savino Del Bene: impresa in cinque set

Savino Del Bene: impresa in cinque set

Master Group Sport Volley Cup A1

10°Giornata d'andata

Savino Del Bene Volley – Pomì Casalmaggiore 3 – 2 (25-27, 23-25, 25-14, 27-25, 15-7)

 

Savino Del Bene Volley: Stufi 13, Alberti ne, Loda 8, Lotti 3, Fiorin 1, Pietersen 31, Merlo (l), Toksoy 17, Scacchetti ne, Giampietri ne, Nikolova 10, Rondon 5.

All. Bellano

Ass. Azzini

Pomì Casalmaggiore: Bacchi 1, Lloyd 7, Sirressi (l), Cecchetto (l), Ferrara ne, Gibbemeyer 9, Cambi, Piccinini 10, Olivotto ne, Kozuch 19, Stevanovic 18, Tirozzi 7, Matuszkova.

All. Barbolini

Ass. Bolzoni

 

 

Set: 25-27, 23-25, 25-14, 27-25, 15-7.

 

Arbitri: Luciani, Frapiccini

 

 

Scandicci – Che show! Ha vinto una grande Savino Del Bene: semplicemente perfetta per quasi tutta la partita. Inizia la Savino Del Bene con Rondon molto brava a distribuire i palloni, e soprattutto con una difesa sempre ben piazzata sugli attacchi delle lombarde.

Tokosy è attenta nei primi tempi, Pietersen è implacabile in attacco e a muro. Dall'altra parte risponde molto bene Kozuch: 12 a 11 al time-out tecnico.

La miglior Savino Del Bene contro le Campionesse d'Italia: brave in tutti i fondamentali supportate anche da una grande condizione atletica.

Sul 18 a 16 per le ragazze di Bellano, incredibile black-out delle fiorentine che si spengono commettendo errori gratuiti, Casalmaggiore ringrazia e si porta 23 a 18. Fiorin e Lotti al posto di Nikolova e Loda. Cambi che fruttano immediatamente, Barbolini chiama il time-out dopo che la Savino Del Bene è stata capace di annullare 5 set-point portandosi sul 24-24. Il sesto è annullato da Pietersen. Torna in campo Nikolova per Lotti. Nikolova che sbaglia la battuta e subito dopo Piccinini mette in terra il 27 a 25. Un boccone molto amaro da buttar giù dopo aver dominato il parziale per lunghi tratti.

Pomì si riporta in vantaggio dopo un fallo di seconda linea di Nikolova, pareggia Pietersen. Olandese scatenata. Toksoy si riprende il muro e la Savino Del Bene si porta sul 6 a 3. Break portato fino al time-out tecnico: 12 a 10 Savino Del Bene. Cala in ricezione la squadra di Bellano, ottimo turno di battuta per capitan Tirozzi e Stevanovic, nuovamente inerzia ribaltata: 16 a 13 Pomì. Entra Fiorin per Loda. Gioca meglio la squadra nuovamente con Lotti e Fiorin, la Savino Del Bene si riporta sotto. Parziale che il facsimile del primo. E anche questa volta dopo aver recuperato sul 23 a 23, Pomì è più lucido nei punti finali: 25 a 23 (gran muro di Tirozzi si Pietersen).

Quarto set con Barbolini che applica un valzer di cambi che non trova risposte sul campo: la Savino Del Bene ci crede ancora e da grande squadra rimette la partita sul binario giusto, Loda e Nikolova tornano ad attaccare come sanno, la difesa e ricezione sono perfette. La grinta e la determinazione fanno il resto. Set capolavoro: 25 a 14

Il quarto parziale con tre chiamate a favore di Pomì molto dubbie. La Savino Del Bene non ci sta e con Nikolova si riporta sotto 5-6, Tre errori consecutivi di Loda ridanno ossigeno a Casalmaggiore. Dentro ancora Lotti per Loda. Pomì va al time-out tecnico col punteggio di 12 a 8. La squadra di Bellano ritorna a un punto (14-15), poi break di Pomì ancora in servizio e nuovamente Scandicci costretto a inseguire. Nel finale si scatena la fast di Stufi, la Savino Del Bene riaggancia ancora Pomì 23 a 24. Loda tornata in campo per Lotti mette a terra il 24 a 23, Piccinini annulla il set-point. Stufi mette a terra il 27 a 25, dopo l'ennesimo punto dubbio dato a Casalmaggiore dopo le proteste di Barbolini che non annullano quelle del pubblico. Grandissima Savino Del Bene, grandissima lettura della partita di Massimo Bellano.

Il tie-break si apre con un'ace di Toksoy. Pipe di Piertesen risponde Kozuch (2 a 2), bellissima pallavolo. Bomba di Nikolova 4 a 3. Fast di Toksoy 6 a 3. Time-out Casalmaggiore. Si cambia campo sul punteggio di 8 a 3 Savino Del Bene, si trattiene il fiato. Il 30esimo punto di Pietersen è il 12 a 6 Savino Del Bene. Olandese che si ripete anche con una pipe 14 a 6. Finisce con un'ultra pipe di Pietersen, 15 a7. Oggi la squadra più forte è stata la Savino Del Bene. Pallavolo shock!

 

Kozuch: “La Savino Del Bene ha disputato un'ottima partita, hanno tenuto sempre un grande ritmo e alla fine noi siamo calate per la stanchezza arretrata. Complimenti a loro perché ci hanno messo in grande difficoltà sempre, anche nei primi due set che abbiamo vinto, adesso dobbiamo voltare pagina e pensare subito alla partita di Champions.”

Barbolini: “Purtroppo la Savino Del Bene, come ha detto la Kozuch, non è mai calata e ha giocato sempre a ritmi alti. Se vediamo le statistiche nei primi due set loro hanno giocato meglio di noi e solo i loro 19 errori ci hanno permesso di vincere. Onore a loro, è sicuramente una vittoria meritata, noi abbiamo giocato molto in questo ultimo periodo, ma questa non può essere una scusante! Potevamo e dovevamo giocare meglio, le loro statistiche sono migliori in ogni fondamentale dal muro alla ricezione. Voltiamo subito pagina, anche se la delusione è tanta perché vincere due set a zero e poi perdere al tie break è una sconfitta difficile da assorbire!”

 

Azzini: “La partita è stata a strappi, ci sono state delle fasi in cui attaccava una squadra e poi fasi in cui attaccava l'altra e la differenza la faceva chi riusciva ad avere la fase positiva nell'ultimo. Nonostante i due primi set in cui si perdeva due a zero noi siamo stati sempre in partita e già questa è una vittoria, visto che Pomì è costruita per vincere lo scudetto. E' inutile nasconderci dietro ad un dito, Pomì è molto più stanca, per gli impegni in Europa, di noi nonostante i due tie break consecutivi in sette giorni, però credo che la nostra vittoria sia meritata. Dopo i primi due set nessuno della squadra aveva la sensazione di andare a casa sul 3 a 0 per Pomì, perché noi siamo sempre stati in partita e questo ha fatto la differenza, anche per il pubblico che dopo l'ottimo terzo set ha iniziato a sostenere la squadra con un vigore mai visto!”

Patron Nocentini: “ Grande clima, grande tifo, siamo molto contenti di come è andata. La squadra si è sempre dimostrata competitiva, questo è il dato che emerge in questo campionato, non abbiamo mai perso male le partite anche quando sono finite 3 a 1 per le avversarie abbiamo sempre lottato. Sono soddisfatto del gioco! Contro le Campionesse d'Italia potevamo anche perdere, ma abbiamo avuto un gran cuore.”