Skip to content

Savino Del Bene nella storia: sconfitta Conegliano

Savino Del Bene nella storia: sconfitta Conegliano

Cresce e convince la squadra di coach Bellano

SESTA GIORNATA CAMPIONATO SERIE A1 FEMMINILE MASTERGROUP

 

SAVINO DEL BENE – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO

Set: 25-20; 23-25; 25-23; 17-25; 15-9.

SAVINO DEL BENE VOLLEY: Perinelli 8, Stufi 10, Garzaro 10, Samec Lipicer 15, Lussana (L), Astarita, Ruzzini (L), Muresan 12, Scacchetti, Vanzurova 6, Menghi 2, Vincourova 7. All. Bellano  Ass. Azzini

IMOCO VOLLEYCONEGLIANO: Glass 5, Vasilantonaki 7, Furlan, Fiorin 3, Adams 14, Arimattei, De Gennaro (L), Boscoscuro (L), Katic, Ozsoy  21, Nikolova ne, Nicoletti 5, Barcellini 8, Barazza 9. All.  Negro  Ass. Bertocco

ARBITRI: Gini Fabio di Cagliari, Valeriani Silvano di Roma.

NOTE – durata set: 26’, 22’, 33’, 25’, 15’. Per un totale di 121’.

 

Spettatori:

1100 circa

 

Perfette, meravigliose, fantastiche: vittoria che rilancia tutto il movimento pallavolo dell’hinterland fiorentino. L’Imoco Conegliano non ha bisogno di presentazioni, le “pantere” sono reduci dal passaggio agli ottavi di finale della Coppa Cev e lottano per il primato in Italia. La vittoria, però, è della Savino Del Bene.  E’ della squadra ospite il primo punto della partita con Oszoy che piega le mani del muro della Savino, ma è Daiana Muresan a rispondere subito con una diagonale perfetta. Conegliano parte subito forte prendendo il largo, le pantere stanno disinnescando bene gli attacchi delle fiorentine, il muro di Adams Rachael vale  il 6 a 2. Il time out chiamato da coach Bellano sortisce l’effetto sperato e la Savino Del Bene torna in partita con gli ottimi attacchi di Muresan e Samec Lipicer (5 a 7).  Bel punto di Vincourova, invece di alzare la palla per le compagne trova il parquet di Conegliano con l’astuzia (9 a 7).  La Savino Del Bene cerca di controbattere alle avversarie punto a punto, ancora una volta Muresan sigla il punto del 9 a 11 con l’aiuto del muro avversario. Le fiorentine tornano in partita con la bella pipe di Stufi 11 a 12, ma Conegliano dimostra di essere una delle migliori squadre del campionato e con grinta e determinazione riprende subito il largo (12-15). Vanzurova non ci sta e dopo l’ottima schiacciata va in battuta e sigla il primo ace del match che riporta Scandicci di nuovo a meno uno (14 a 15). Brave le padrone di casa a non perdere mai la concentrazione, anche quando i punti di distacco iniziano ad essere tanti, e a riportarsi in partita sfruttando al meglio anche le indecisioni di avversarie: per la prima volta è la Savino Del Bene a condurre i giochi nel primo set, Ilaria Garzaro a muro si oppone all’attacco di Conegliano per il 20 a 18. Conegliano è in confusione e la Savino prende il largo con Garzaro e Muresan che salgono in cattedra e siglano punti fondamentali, ma è Perinelli a chiudere il primo set 25 a 20. Ottimo prima frazione di gioco della Savino capace di rimontare lo svantaggio e portarsi avanti nel momento decisivo, dove nessun singolo ha spiccato, visto che hanno tutte contribuito alla causa con i punti equamente distribuiti tra le giocatrici di Scandicci. Sicuramente per le ospiti Adams risulta spesso imprendibile.

Nel secondo set il registro non cambia: Imoco Conegliano cerca di prendere il largo approfittando degli errori delle padrone di casa. La Savino del Bene, però, non ci sta e con Stufi a muro il set rimane sul filo del rasoio (5 a 7). Stufi continua a colpire a muro per il 6 a 7, alla battuta si presenta Vanzurova che griffa il secondo ace della partita riportando il risultato in parità. Scandicci prova la fuga con Samec Lipicer che spezza il muro di Conegliano e sigla il doppio vantaggio (11 a 9). Conegliano sta dimostrando di non essere al top della forma, visti i tanti impegni nazionali e internazionali ravvicinati, la Savino Del Bene cerca di approfittarne e con l’ace di Vanzourova arriva il 13 a 10 per Scandicci. Le pantere di Conegliano, però non mollano, l’ace di Barazza riporta in vantaggio le ospiti sul 14 a 13. Muresan è spesso cercata da Vincourova e la numero 11 della Savino la ripaga con il punto del 15 a 15. Secondo set in cui entrambe le squadre non riescono a prevalere sull’altra, complici i molti errori che si susseguono da ambo le parti.  La Savino Del Bene torna in svantaggio (18 a 20) con il bel punto griffato Barcellini, ma il capitano Tina Samec Lipicer non ci sta a soccombere nel secondo set e sigla il ventesimo punto per la sua squadra (22 a 20). Muro di Glass che porta Conegliano sul 24 a 22, due set point per le pantere, Bellano corre ai ripari e chiama il time out. Il primo set point viene annullato da Perinelli, ma Barcellini non spreca la seconda occasione utile e chiude la frazione di gioco. Qualche rimpianto per la Savino Del Bene, in questo caso, la ghiotta occasione di portare a casa anche il secondo set dell’incontro è sfumata complici i molti errori commessi.

Terza ripresa di gioco molto più combattuta rispetto alle precedenti, con le due squadre che avanzano punto a punto. In questa fase sale in cattedra Vincourova, bel muro subito seguito dal punto di seconda, 7 a 6 per la Savino. Funziona il muro di Conegliano che va a rispondere due volte consecutive agli attacchi di Muresan e la seconda volta in modo vincente, 10 a 8 per la squadra ospite. Anche in questo caso coach Bellano chiama in causa Perinelli, che come nei set precedenti, ripaga la fiducia e sigla il pareggio sull’ 11 a 11. Perinelli continua ad essere incisiva, il muro avversario non sa come arginare il suo mancino potente e arriva il 13 a 11 per Scandicci. La Savino Del Bene cerca di prendere il volo: Lipicer griffa il 15 a 11 di forza, ma Conegliano non si dà per vinta e Adams riporta le pantere sul 15 a 13.  Conegliano recupera sul 17 a 17, la tentata fuga è fallita, adesso la Savino Del Bene deve fare tutto da capo. Il capitano di Scandicci sale in cattedra e cerca con i suoi punti di replicare agli attacchi di Conegliano. Altro ace di Vincourova per il 21 a 19. La pipe di capitano Lipicer conclude uno scambio interminabile dove la palla sembrava non voler cadere, 24 a 21, quattro set point per Scandicci. Muro di Stufi che vale il secondo set vinto per la Savino Del Bene, le fiorentine con grinta e voglia di vincere stanno esaltando le tribune del Palazzetto Dello Sport di Scandicci.

Porta fortuna l’ex assessore di Firenze Eugenio Giani, che entra nel palazzetto al momento del punto decisivo del terzo set.

La reazione di Conegliano nel quarto set è rabbiosa, ma la Savino replica colpo su colpo e l’attacco di Tina Samec Lipicer rimette tutto sul risultato di parità (5 a 5). L’Imoco Conegliano cerca di rimettersi in corsa con forza e Glass griffa il break a più tre (11 a 8). Time out tecnico: il risultato è sul  9 a 12, la Savino Del Bene sta soffrendo la reazione di Conegliano, che sta uscendo alla distanza. Garzaro firma il punto numero 14 e suona la carica alle sue compagne, ma Conegliano continua a macinare bel gioco e spicca il volo con Barazza (22 a 15). Conegliano sta conquistando punto su punto il set: quarto set che si conclude sul 25 a 17 e tutto verrà deciso dal tie break.

Il primo punto del tie break è firmato da Daiana Muresan, ma Conegliano dimostra la sua forza e risponde con un break di quattro punti consecutivi (1 a 4). La Savino Del Bene torna in partita grazie a Perinelli e Stufi che si caricano la squadra sulle spalle e con il muro di Vincourova Scandicci torna avanti (7 a 6). Altro muro di Stufi e la Savino prende il largo: 9 a 6 per le beniamine di Scandicci. Tina Lipicer scarica tutta la sua forza sul pallone del 10 a 6, Conegliano non può nulla contro la voglia di vincere delle fiorentine. Anche Perinelli torna ad infiammare il pubblico di casa (11 a 7). Muro della solita Samec Lipicer e 14 a 8, sei match point per la Savino Del Bene, ne va perso solo uno: Ilaria Garzaro chiude i conti.

PERFETTE, MERAVIGLIOSE, FANTASTICHE