Skip to content

Savino Del Bene Regina di notte: netta vittoria contro Forlì

Savino Del Bene Regina di notte: netta vittoria contro Forlì

QUARTA GIORNATA CAMPIONATO SERIE A1 FEMMINILE MASTERGROUP

 

SAVINO DEL BENE – VOLLEY 2002 FORLI’

Set: 25-15; 25-20; 25-14

SAVINO DEL BENE VOLLEY: Perinelli ne, Stufi 11, Garzaro 8, Samec Lipicer 7, Lussana (L), Astarita, Ruzzini (L), Muresan 15, Scacchetti ne, Vanzurova 9, Menghi ne, Vincourova 2. All. Bellano Ass. Azzini

VOLLEY 2002 FORLI’: Lancellotti, Stoltenborg, Ventura 7, Ceron ne, Rossi, Nazarenko 3, Guasti 3, Segalina ne, Cardullo (L), Neriotti 5, Aguero 6, Koleva 5, Ferrara (L), Prsa. All. Marone Ass. Tassani

ARBITRI: Bertoletti di Roma, Vagni di Perugia.

NOTE – durata set: 25’, 30’, 21’ per un totale di 76’.

 

Spettatori:

1000 circa

 

Dopo quasi 40 anni torna alla vittoria Scandicci nel massimo campionato di volley femminile. Vittoria storica griffata Savino Del Bene Volley affamata del primo successo in campionato. Una serata magica dove tutto ha funzionato alla perfezione, difesa, regia, attacco. La partita è fondamentale per la Savino Del Bene e lo dimostrano subito le ragazze di coach Bellano: scambio infinito tra le due squadre che non vogliono concedere il primo punto dell’incontro alle avversarie, alla fine è il muro della coppia Muresan- Samec Lipicer ad avere la meglio. Inizio convincente delle beniamine di Scandicci con un ottimo break della Muresan (6 a 3). Bellissimo punto del 7 a 5 di Vanzurova che rimedia ad una difesa imprecisa delle sue compagne con un pallonetto al limite del parquet avversario. Forlì dimostra di essere un osso duro per la Savino Del Bene, i palmares di Cardullo e Aguero parlano da soli, ma Lipicer e compagne dimostrano compattezza e ordine tattico. La differenza, per ora, la sta facendo il muro delle ragazze di coach Bellano, capaci di sventare molteplici attacchi di Aguero e compagne, ma il punto più bello arriva per il 14 a 9 delle padrone di casa con un ottimo primo tempo di Ilaria Garzaro. Vincourova, in questo primo set, si affida molto al centro per sfondare la difesa avversaria, quasi la metà dei punti della frazione di gioco sono arrivati con questo accorgimento tattico. La Savino Del Bene prende il largo e con Vanzurova di forza va sul 22 a 13. Primo set con quasi il 100% di realizzazioni in attacco per Federica Stufi. Ed è proprio dal centro che si conclude il primo set con due stupendi punti di Ilaria Garzaro che chiude una prima frazione di gioco perfetta della Savino Del Bene, 25 a 15 per le fiorentine.

Nel secondo set il primo punto è per le ospiti, ma Tereza Vanzurova riporta subito in vantaggio le sue compagne con due schiacciate che piegano le braccia del muro avversario (2 a 1). Inizio di secondo tempo molto più combattuto del primo set, le due squadre vanno avanti punto a punto, complici un po’ di errori nella fase difensiva per la Savino del Bene. Cresce la difesa delle romagnole e contemporaneamente cresce il rendimento di Koleva e Aguero, la Savino si trova a rincorrere: 12 a 9 per Forlì al time-out tecnico. Muro di Stufi ed ace di Muresan, la Savino Del Bene si riporta sul 13 a 12. Da applausi il punto di Vanzurova che riporta il risultato in pareggio, dopo uno scambio interminabile, durato quasi due minuti. Break della Savino tutto griffato Muresan che riporta le fiorentina avanti di due punti 16 a 14. Le padrone di casa prendono il largo anche nel secondo set, dopo un avvio difficile e molto combattuto, il capitano Samec Lipicer mette la firma sul 21 a 16 con un diagonale imprendibile per le ragazze di Marone. Il secondo set si archivia sul 25 a 20 per la Savino Del Bene che dimostra di saper reagire alle difficoltà, la reazione di Forlì non ha destabilizzato la squadra e con forza e tenacia le fiorentine hanno chiuso con un netto +5 sulle avversarie.

Inizio superlativo nel terzo set per la Savino, Marone è costretto a correre ai ripari sul 4 a 0 chiamando un timeout. Doppio ace della Ventura che riporta in partita Forlì, da 4 a 0 per le padrone di casa al 4 a 5. Come nel secondo set la terza ripresa procede, adesso, punto a punto con Tina Samec Lipicer che griffa l’8 a 8. Sale in cattedra il capitano della Savino, con due punti consecutivi e un muro Tina Samec Lipicer porta sul 11 a 9 la sua squadra. Muresan e Garzaro prendono il testimone lasciato dal capitano e portano ad una distanza

rassicurante il risultato parziale del terzo set (17 a 11). Federica Stufi sigla il punto della vittoria per la Savino Del Bene, vittoria storica per Scandicci che torna ad esultare dopo gli scudetti della mitica Valdagna.