Skip to content

Savino Del Bene, un altro tie break amaro!

Savino Del Bene, un altro tie break amaro!

Master Group Sport Volley Cup A1
9°Giornata d'andata
Savino Del Bene – Igor Gorgonzola Novara 2 – 3 ( 12 – 25; 25-17; 25-23; 19-25; 13-15)

Savino Del Bene Volley: Stufi 9, Alberti 2, Loda 20, Lotti, Fiorin, Pietersen 25, Merlo (l), Toksoy, Scacchetti ne, Giampietri ne, Nikolova 13, Rondon 5.
All. Bellano
Ass. Azzini

Igor Gorgonzola Novara: Rousseuax 20, Bruno (L), Wawrzyniak, Malesevic 10, Guiggi 14, Cruz 2, Bonifacio, Chirichella 11, Bosio, Fabris 25, Sansonna (L), Signorile 1, Bosetti.
All. Pedullà
Ass. Adami

set: 12 – 25; 25-17, 25-23; 19-25, 13-15.

Arbitri: Puletti e Saltalippi

Una battaglia sportiva doveva essere, battaglia sportiva è stata. Vinta sul filo di lana da Novara ma giocata benissimo dalla Savino Del Bene.

1°set: Inizio tutto di marca piemontese con Chirichella subito protagonista (3-0), risponde per la Savino Del Bene una fast di Stufi e una pipe di Pietersen. Dal centro fa male Guiggi e nuovo break dell'Igor (8-4).
Al time-out tecnico le ospiti conducono 12 a 7, frutto di un gioco molto imprevedibile e veloce. Le ragazze di Bellano soffrono in ricezione e il servizio delle ospiti, Fabris vola e schiaccia il 14 a 8.
Un'ace di Cruz uccide il set: 16 a 9. La Savino Del Bene deve soprattutto riordinare le idee. Loda e Toksoy escono per far posto a Lotti e Alberti. Piovono ace per Novara, i primi tempi di Rondon per i centrali non passano. Rousseax con un'altra ace chiude 25 a 12. Benissimo Novara, Savino Del Bene in confusione.
2° set: Inizio molto diverso rispetto al primo set, grande muro- difesa delle ragazze di Bellano che iniziano a mettere pressione alle piemontesi. Novara resta in scia con Fabris (7 – 6 in pipe). Pallonetto di Nikolova che infiamma il palazzetto 10 -7. Benvenute in partita ragazze!
Missile di Loda nei tre metri con una diagonale stretta, 11 -7. Ora è Pedullà ad essere preoccupato. Nikolova spedisce tutti al time-out con un “mani-fuori”. Savino Del Bene con molta più fiducia nei propri mezzi. Nikolova attacca ovunque, mentre l'ingresso di Alberti (subentrata a Toksoy) è stato molto positivo. Il 17 a 11 è un colpo di classe di Rondon che piazza il pallone sulla linea appena sotto rete. In questo set c'è solo la Savino Del Bene. Ribaltati i valori in campo rispetto al primo parziale. Lotti per Loda nel finale. Finisce 25 a 17. Savino Del Bene perfetta.
3°set: Questa volta sono tutte le due squadre in campo, pallavolo spettacolo. Si gioca punto a punto. Cresce il rendimento di Rosseaux, ma anche di Loda che ha riscaldato il braccio, di rara potenza il punto dell'11-10 di Bellano. Al time-out tecnico avanti la Savino Del Bene, 12 a 10. Break pesantissimo (4-0) di Novara che alza un muro letale, 15 a 13 per le piemontesi. Rondon si aggrappa ai punti di Pietersen e con due muri consecutivi di capitan Stufi la Savino Del Bene è nuovamente in vantaggio 19-17. Set lungo e intenso giocato benissimo da entrambe le squadre. Chapeau alla parallela di Sara Loda per il 22 a 21. La stessa Loda si ripete di potenza subito dopo: 23 a 21 Savino Del Bene. Esce Rosseaux entra Bosetti in battuta, ma Nikolova mette a terra il 24 a 22. Pietersen mette a terra il 25 a 23, un pallone medicinale scagliato con rara potenza.
4° set: Respirano le padrone di casa nel quarto parziale, l'Igor ne approfitta con un break di sei punti (6-0). Al time -out tecnico Novara conduce 12 a 7. Rientra Toksoy per Alberti. Pietersen riporta nel set la Savino Del Bene con due schiacciate “invisibili” 14 a 11. Doppio cambio Pedullà dentro Bosio e Wawrzyniak per Signorile e Fabris. Dopo pochi scambi si completa il cambio e Pedullà fa entrare anche Bosetti per Rousseaux. Allungo decisivo ancora di Novara 25 – 19. Nel quarto set si è accesa solo la stella Pietersen.
Tie-break: Rientra Alberti per Toksoy. Ancora un inizio spumeggiante di Pietersen, risponde Chirichella (4-4). Sul 6-6 pari esce Guiggi per infortunio, dopo quello probabile di Cruz nel primo set. Applauso di tutto il palazzetto per la centrale pisana della Igor. Si cambia campo con Novara avanti 8-7. Il primo vantaggio della Savino Del Bene griffato ancora dall'olandese 11-10. Rientra in campo Guiggi per Bonifacio dopo le medicazioni. Ma il primo match-point Novara chiude l'incontro, errore di pochi centimetri di Nikolova.

Bellano a fine incontro: “Non siamo stati lucidi nel momento decisivo. Nel quarto set non abbiamo attaccato con la giusta convinzione. Nel primo set loro hanno giocato molto forte senza sbagliare mai nulla e noi ci siamo innervositi, la reazione nel secondo set è stata importante e siamo riusciti a ribaltare la partita. Noi, purtroppo, abbiamo giocato dieci set in quattro giorni e questo alla fine si può pagare, anche perché loro erano in difficoltà anche al tie break, ma la stanchezza l'ha fatta da padroni. Peccato, questo punto lascia l'amaro in bocca, ma dobbiamo reagire subito!”