Skip to content

Volleyrò: polvere di stelle, è Serie A

Volleyrò: polvere di stelle, è Serie A

Battuto marsala in gara 3

Il sogno si è avverato: il Volleyrò Casal de’ Pazzi va in Serie A2. Dodici meravigliose ragazze hanno reso possibile un’impresa alla quale in pochi avrebbero creduto soltanto pochi mesi fa. Ma fra quei pochi c’erano senza dubbio loro, che per tutto la stagione hanno lottato contro tutto e tutti, respingendo l’indifferenza e i pregiudizi di chi non pensava che una formazione Under 18 potesse inseguire un obiettivo così ambizioso. Si sono fatte scudo l’una con l’altra, sudando ogni goccia di sudore in corpo, piangendo lacrime di gioia e di sofferenza. Dopo centinaia di schiacciate, salti, tuffi, muri e battute, il Volleyrò CDP ce l’ha fatta ed è finalmente arrivato il momento di abbracciarsi e festeggiare.

Benedetta Bartolini, Agnese Cecconello, Francesca Dalla Rosa, Martina Ferrara, Giulia Mancini, Giulia Melli, Francesca Napodano, Sylvia Nwakalor, Alice Pamio, Claudia Provaroni, Natasha Spinello e Sofia Turlà sono le splendide eroine sportive che hanno disegnato questo capolavoro, costruito un’opera d’arte che rimarrà per sempre nel museo della pallavolo nazionale. Un’ascesa incredibile quella del Volleyrò CDP che è partita da un’idea e che è poi diventata un progetto preciso e concreto, avviato e reso possibile dalla passione di Andrea Scozzese e Armando Monini, che hanno affidato le redine della gestione sportiva e tecnica a due grandi professionisti come Laura Bruschini e Luca Cristofani. Dietro di loro c’è uno staff di persone serie, grandi lavoratori spinti dall’amore per il volley, che si sacrificano ogni giorno affinché il lavoro delle ragazze e degli allenatori suoni all’unisono come un’orchestra affiatata.

In un tale clima di festa, conta poco l’aspetto tecnico che comunque ha visto il Volleyrò Casal de’ Pazzi vincere Gara 3, la “bella”, contro la Sigel Pallavolo Marsala per 3-0 (25-20, 25-23, 25-18), sfruttando la freschezza e la spensieratezza giovanile. A Marsala non è bastato il fattore campo che per tutta la stagione aveva fatto la differenza: nessuno era mai riuscito a violare il PalaBellina.

Le siciliane non hanno forse retto la pressione dei favori di un pronostico che le voleva favorite. Nulla però va tolto alla grandiosa prestazione dell’Under 18. Definire ora storica la stagione del Volleyrò Casal de’ Pazzi non è certo un’esagerazione.

Alla promozione in Serie A2 si devono infatti aggiungere lo scudetto Under 18 di domenica scorsa, quello dell’Under 16 e il secondo posto dell’Under 14.