Skip to content

K.O. a Novara

K.O. a Novara

La Savino Del Bene Scandicci sbarca al PalaIgor di Novara con una missione da compiere: conquistare il terzo posto in classifica. Le ragazze di Cristofani reduci dal k.o. subito domenica contro la Saugella Team Monza hanno infatti l’occasione per un pronto riscatto nella tana della Igor Gorgonzola Novara. Le piemontesi di coach Barbolini, reduci pure loro da una battuta d’arresto in campionato, arrivata nel match contro Busto Arsizio, sono a tiro della Savino Del Bene che, in caso di vittoria piena, potrebbe superare proprio Novara e balzare in terza posizione.

La Igor Volley per proteggere il nobile piazzamento di classifica scende in campo con Hancock al palleggio, Brakocevic come opposto, Vasileva-Courtney in banda, Veljkovic e Chirichella al centro e Sansonna come libero.

Per cercare il sorpasso invece coach Cristofani punta su di un 6+1 con Malinov in regia, Sloetjes da opposto, Bricio e Pietrini in banda, Stevanovic e Kakolewska al centro e Merlo come libero.

L’approccio della Savino Del Bene è positivo e grazie ad una Stevanovic ispirata, un muro vincente e un ace per lei, il punteggio va subito sull’1-3. La risposta di Novara è firmata dalle centrali e con Veljkovic e Chirichella arriva il 4-4. La Savino Del Bene può fare affidamento su un’ottima Pietrini e proprio la giovane azzurra inescata in pipe da Stevanovic segna il +3 scandiccese (7-10). Novara giunge comunque al pari sull’11-11 e con Brakocevic si prende il vantaggio sul 12-11 e costringe Cristofani al time out. La Savino Del Bene subisce il buon momento di Novara e scivola sul -3 (17-14). Cristofani cambia la diagonale cambiando Sloetjes e Malinov con Carraro e Stysiak; proprio quest’ultima segna il 18-17 e riporta la Savino Del Bene “negli scarichi” di Novara. Barbolini ferma il set e al rientro in campo le piemontesi sprintano fino al 21-18 di Brakocevic, costringendo Cristofani a rispondere con un nuovo time out. Sul 23-19 arriva una freeball per Novara e Chirichella approfitta per consegnare il set point alle sue. La prima frazione di gioco si chiude di lì a poco grazie al 25-20 marcato da Brakocevic.

L’equilibrio delle fasi iniziali di primo set non contraddistingue la seconda frazione. Novara scappa sul 6-2 e Scandicci non ha scelta: Cristofani chiama il time out. La Savino Del Bene non reagisce e sull’11-4 di Chirichella arriva un nuovo “tempo” per le scandiccesi. Niente sembra però invertire la rotta, neanche l’ingresso di Gray, che firma il 14-9. Il gap non accenna a diminuire, Scandicci non trova una risposta per Veljkovic e compagne, Chirichella così firma il 19-11. Il set termina senza sussulti da parte del 6+1 di Scandicci, superata 25-16.

Dopo essere andata al tappeto per i primi due set la Savino Del Bene si gioca alla pari l’avvio di terza frazione. Il set è equilibrato e ad un ace di Veljkovic (4-3) risponde Sloetjes in pipe (4-4). L’8-8 invece lo firma Lubian, mandata in campo durante il terzo set al posto di Kakolewska. La Savino Del Bene, dopo il punto della sua giovane centrale, costruisce un break di altri tre punti che si conclude con un ace di Bricio (8-11). Con Scandicci in vantaggio Barbolini ferma il set con un time out. La Igor Volley Novara al rientro in campo mette in piedi un contro break che le consente di tornare avanti (13-12) con Veljkovic grande protagonista. Sempre le piemontesi, poco dopo, costruiscono un altro parziale a favore e si portano dal 15-15 al 18-15. Cristofani cerca di cambiare le carte in tavola inserendo Stysiak, ma Novara non molla la leadership del set. La Savino Del Bene non molla: Malinov alza ad una mano, Lubian passa con uno splendido attacco al centro (21-20). Il set torna sul filo di lana e le due squadre si trovano in parità sul 21-21, sul 22-22, sul 23-23 e infine sul 24-24. Il set così va ai vantaggi e Lubian segna il 24-25 per il sorpasso scandiccese, Brakocevic però impatta nuovamente sul 25-25. Sul 26-27 segnato da Bricio si gioca una battaglia di videocheck: Barbolini chiama “l’in-out”, la decisione a favore di Novara costringe Cristofani a rispondere con la chiamata per un presunto tocco del muro. Alla fine ha ragione il tecnico di Scandicci e la Savino Del Bene si aggiudica anche il set per 26-28 grazie ad un errore in attacco da parte di Courtney.

Allungata la gara ala quarto set, Scandicci segna l’1-2 con un ace di Lubian e il 2-3 con Stevanovic. La Igor Volley risponde con 5 punti consecutivi e soprattutto grazie a Brakocevic si porta sul 7-3. Cristofani chiama il time out, ma Novara non si ferma a va sul +5 (9-4). Stysiak abbozza una reazione, Hancock fa male alla seconda linea della Savino Del Bene con l’ace dell’11-5. Sul 14-7 arriva un nuovo “tempo” da parte di Cristofani, che prova a risollevare le sorte delle sue ragazze. Sul 16-9 Cardullo sostituisce Bricio e lo sportivo pubblico di casa applaude la numero 11 scandiccese, protagonista di un glorioso passato novarese. Sul 20-10 Scandicci effettua un cambio di diagonale, sostituendo Malinov e Stysiak con Carraro e Sloetjes. I cambi non possono ormai modificare l’andamento del set e l’Igor Volley Novara si aggiudica la quarta frazione di gioco per 25-13, la partita per 3-1 e soprattutto la battaglia per il terzo posto. Tre punti per le ragazze di Barbolini che mettono 5 lunghezze tra loro ed una Savino Del Bene al settimo k.o. in campionato.

Le parole di coach Luca Cristofani: “Per me stasera i valori in campo erano differenti. Loro hanno fatto una bellissima prestazione, noi non siamo stati all’altezza di quel livello. Per quanto mi riguarda io sono contento delle giovani che stanno giocando bene. Le stiamo facendo crescere, verrà il nostro momento.”

Igor Gorgonzola Novara – Savino Del Bene Scandicci: 3-1 (25-20, 25-16, 26-28, 25-13)

Igor Gorgonzola Novara: Mlakar n.e., Brakocevic 18, Morello n.e., Napodano, Courtney 11, Gorecka n.e., Di Iulio, Chirichella 13, Sansonna (L1), Hancock 5, Arrighetti, Piacentini (L2) n.e., Vasileva 18, Veljkovic 17. All.: Barbolini M.

Savino Del Bene Scandicci: Carraro, Bricio 7, Stysiak 8, Malinov 2, Kakolewska 2, Pietrini 14, Merlo (L1), Lubian 9, Sloetjes 7, Cardullo, Molinaro n.e., Gray 1, Stevanovic 9, Kosareva (L2) n.e.. All.: Cristofani L.

Arbitri: Gnani – Boris

Attacco (Pt%): 51% – 35%

Muri: 14-5

Ace: 6-5

Ricezione (Pos%): 65% – 62%

Durata: 26′, 22′, 36′, 21′. Tot.: 1h 44′

Spettatori: 1900