Skip to content

Ci Vediamo ai Quarti di Champions League!

Ci Vediamo ai Quarti di Champions League!

La sesta ed ultima sfida del girone B della CEV Champions League porta la Savino Del Bene in Slovenia per la decisiva sfida qualificazione contro le padrone di casa del Nova KBM Branik Maribor, sempre sconfitte nei precedenti cinque match del girone. Scandicci non può però sottovalutare le rivali: la squadra scandiccese ha bisogno di una vittoria per avere la garanzia del passaggio ai quarti di finale.

Le slovene, ancora a caccia del primo set vinto in questa edizione di CEV Champions League, vogliono chiudere in modo positivo il girone e scendono in campo con Stojiljkovic da alzatrice, Kosenina da opposto, la statunitense Grubbs e Sobocan come schiacciatrici, Bracko e Pintar da centrali e Pahor da libero.

Cristofani si affida al 6+1 composto da Malinov al palleggio, Sloetjes da opposto, Bricio e Gray nel reparto bande, con Lubian e Stevanovic al centro e Merlo schierata da libero.

L’avvio di partita conferma la superiorità tecnica e tattica di Scandicci, che pur senza l’infortunata Stysiak, si porta avanti 3-6 costringendo al time out Maribor. Gli errori sloveni ed una Gray partita in sestetto per la prima volta allargano ancora il gap in favore della Savino Del Bene, che sull’8-13 obbliga la formazione slovena ad un nuovo time out. Al rientro in campo è Sloetjes a ergersi protagonista ed a segnare il 12-17. Sembra tutto facile, ma due ace di Grubbs (16-18) complicano il cammino della Savino Del Bene. Cristofani non vuole rischiare e ferma la gara chiamando “tempo”, ma Grubbs non si arresta e segna il terzo ace di fila, costringendo Cristofani ad inserire Cardullo per rinforzare la seconda linea. Maribor va pure in vantaggio 20-18 e in campo si vede anche Kosareva, pure lei per le sue qualità difensive. La Savino Del Bene cerca la rimonta in extremis e per poco non riesce a completarla, ma sul 25-22 il set si chiude a favore di Maribor che così si aggiudica il primo set nella sua stagione europea.

Nel secondo set Maribor cambia Kosenina con la classe 2001 Galic, ma rientra comunque in campo con l’entusiasmo di chi ha appena fatto qualcosa di eccezionale. L’entusiasmo è la benzina che consente alla formazione slovena di arrivare sul 4-1 e obbliga coach Cristofani al time out. Al ritorno sul terreno di gioco le ragazze di Scandicci reagiscono e Stevanovic in fast firma il 4-4. Sul 6-8 segnato ancora da Stevanovic, che stavolta mette a terra un muro vincente, arriva il contro time out di Maribor. La Savino Del Bene piazza un buon parziale e con un muro di Gray firma il 9-14. Dopo un nuovo time out sloveno Scandicci mantiene lungamente 5 lunghezze di vantaggio. La Nova KBM Maribor nel finale di set però a riavvicinarsi, Malinov però, con la specialità della casa, il punto in palleggio, chiude a favore di Scandicci la seconda frazione di gara. 20-25 per la Savino Del Bene e conto dei set in parità.

La squadra di coach Cristofani comincia il terzo set prendendo subito il comando delle operazioni, arrivando addirittura fino all’1-5, messo a terra in pallonetto da Stevanovic. Maribor erode il vantaggio della Savino Del Bene e riesce a pareggiare sull’11-11 dopo una lunga rincorsa. Inizia così una fase che vede le due formazioni affrontarsi a viso aperto, punto su punto. Scandicci allunga quando Lubian firma il 15-17, seguita a stretto giro da Sloetjes che segna il 15-18. Sempre l’olandese, chiamata ad attaccare davanti a muro a uno, segna anche il 17-21. Le insidie della gara non terminano, Maribor torna sul -2 e Cristofani decide di mandare in campo Pietrini, tenuta a riposo per il problema alla mano rimediato nell’ultimo match di campionato con Chieri. La terza frazione prende la strada di Scandicci, grazie ad una Stevanovic costante per tutto l’incontro ed a una Malinov che, con un attacco di seconda, chiude per la seconda volta un set (20-25).

La quarta frazione di gioco si apre con un punteggio in equilibrio, ma Scandicci ha la forza per allungare. Malinov mura per il 4-8 e la Nova KBM Branik Maribore è costretta al primo time out del set. Lubian è particolarmente attiva nel quarto, due suoi punti consecutivi, seguiti da uno di Bricio spingono il risultato sul 5-11. Nuvo time out sloveno e stavolta reazione decisa delle ragazze di Maribor, che accorcia sull’8-12. Un bel mani out di Gray certifica invece un nuovo allungo scandiccese, con la Savino Del Bene che si innalza fino all’8-14. Un vantaggio di sei punti che si ripropone anche in occasione della pipe con cui Sloetjes firma l’11-17. Malinov con l’ace del 12-21 sembra mettere la parola fine al quarto set e all’incontro. La realtà è poco diversa, la quarta frazione di gioco è anche l’ultima, dato che la Savino Del Bene se la aggiudica per 14-25. Vittoria, tre punti e passaggio del turno per la Savino Del Bene Scandicci, che per la seconda volta consecutiva strappa il pass per i quarti di finale della CEV Champions League.

Le parole di coach Luca Cristofani al termine della gara: “Sono partite un po’ particolari, nel senso che anche nel primo set siamo sempre stati in vantaggio, poi loro hanno fatto il break in battuta con una giocatrice che ha trovato il filotto positivo. Noi siamo ancora più rimaneggiati del solito e quindi facciamo un po’ di fatica in ricezione. Episodio a parte comunque il match è stato abbastanza controllato, siamo sempre stati in vantaggio, sempre tranquilli, quindi bene così. Sono onortato di tutto quello che mista accadendo, ma non abbiamo tempo neanche per fermarci ad esultare. Rientriamo stasera in Italia e lavoreremo anche sul pullman.”

Nova KBM Branik Maribor – Savino Del Bene Scandicci: 1-3 (25-22, 20-25, 20-25, 14-25)

Nova KBM Branik Maribor: Milosic, Kosenina 2, Grubbs 16, Pahor (L1), Dobaj n.e., Bracko 2, Stojiljkovic 2, Sijanek 1, Kramberger n.e., Sobocan 11, Ramic n.e., Pintar 3, Galic 16, Krajnc. All.: Gacic R.

Savino Del Bene Scandicci: Carraro, Bricio 10, Malinov 7, Kakolewska n.e., Pietrini, Merlo (L1), Lubian 12, Sloetjes 15, Cardullo, Molinaro (L2) n.e., Gray 17, Stevanovic 17, Kosareva. All.: Cristofani L.

Arbitri: Rajkovic – Halász

Attacco (Pt%): 31% – 51%

Muri: 7-14

Ace: 4-3

Ricezione (Pos%): 39% – 39%

Durata: 28′, 24′, 25′, 25′. Tot.: 1h 42′.