Skip to content

Finale sfumata… Testa alla Champions

Finale sfumata… Testa alla Champions

Al Palayamay di Busto Arsizio la Savino Del Bene Scandicci affronta per la terza volta nella sua storia le Final Four di Coppa Italia. Dopo aver eliminato nella sfida dei quarti la Èpiù Pomì Casalmaggiore, la squadra di Cristofani trova sul suo cammino la squadra campione del mondo, ovvero la Imoco Volley Conegliano, per una semifinale dall’alto tasso di difficoltà.

Coach Cristofani per questo appuntamento con la storia punta su Malinov in diagonale con Stysiak, Bricio e Pietrini compongono il tandem in banda, mentre il duo di centrali è quello con Stevanovic e Lubian. Il libero è invece Merlo.

La Conegliano di Santarelli risponde con Wolosz al palleggio, Egonu come opposto, De Kruijf e Folie da centrali, Hill e Sylla in banda e De Gennaro come libero.

L’avvio di partite è terribile per la Savino Del Bene, con l’Imoco Volley Conegliano che scappa sul 6-0 e costringe Scandicci al time out. Il primo punto scandiccese arriva sul servizio sbagliato da Wolosz (6-1) ed è subito seguito da un muro vincente di Pietrini (6-2). Le pantere di Conegliano però non lasciano spazio alla rimonta della squadra di Cristofani che, sotto i colpi di Sylla, Folie ed Egonu, scivola sotto 13-3. Il set è in controllo di Conegliano che vola sul 20-7. Nel finale di frazione la Savino Del Bene fa vedere di esserci, con una reazione guidata Stysiak che costringe Santarelli a chimare un time out per Conegliano. Il set comunque se lo prendono le venete sul 25-15 firmato da De Kruijf.

Nel secondo set la gara cambia pelle. L’avvio della Savino Del Bene è più positivo. Conegliano infatti cerca la fuga, ma Stysiak e Pietrini producono punti e Scandicci sta così in scia alle rivali (5-4). Conegliano prova l’allungo, ma Kakolewska prima (6-5) e Stevanovic dopo (11-10) non fanno fuggire la squadra di coach Santarelli. Per la verità Folie firma anche il 15-11, ma la Savino Del Bene ricuce il gap e con un ace di Stysiak fa 18-15. Coach Cristofani prova il cambio di diagonale inserendo Gray e Carraro, per Stysiak e Malinov, poi cercaanche una migliore ricezione con Cardullo per Pietrini, ma l’Imoco Volley Conegliano non si ferma e allarga il gap fino al successo di set per 25-19.

La Savino Del Bene riesce ad iniziare avanti il terzo set e con Stysiak e Stevanovic a portarsi sull’1-3. Conegliano però non consente fughe e sul 6-6 arriva la prima parità del set. Bricio e qualche sbavatura delle venete consente a Scandicci di tornare avanti (6-8), ma la parità arriva nuovamente sul 9-9, prima che Egonu, con tre punti consecutivi, porti avanti Conegliano (12-10). Le Pantere vanno sul 14-11, prima di essere raggiunte sul 15-14 da Bricio e Kakolewska. Bricio con un ace firma il 16-16, ma subito dopo la messicana spedisce il servizio in rete (17-16). Una Kakolewska ispirata non ci sta e da un grande contributo, con il suo servizio e il suo muro, per il vanttaggio 17-18 delle sue. Conegliano torna avanti (19-18) con un ace di Gennari, mentre un ace di Egonu porta al 22-19 per le venete. Nell’ultimo set Scandicci non molla e infatti la Savino Del Bene rientra sul 23-22 con un muro di Bricio, mentre un errore di Sylla vale il 23-23. La stessa Sylla firma il 24-23, mentre il 25-23 arriva a muro. Vittoria 3-0 per Conegliano, Scandicci cade ancora alle porte della finale di Coppa Italia, un traguardo ancora mai raggiunto dalla Savino Del Bene. La squadra di Cristofani dovrà ora prepararsi per la sfida di Cev Champions League in programma per mercoledì. A Siena Scandicci attenderà le temibili turche del Vakifbank Istanbul, per una sfida determinante in ottica europea.

Coach Cristofani post partita: “Dopo l’approccio del primo set qualche dubbio mi è venuto. Abbiamo approcciato la prima frazione con troppo timore, ci siamo sciolti verso metà secondo set, quando era tardi. Nel terzo set sembrava che potevamo rientrare, ma poi lì contano anche gli episodi. Secondo me siamo quelli del terzo set, ma dobbiamo giocare più spesso partite di questo livello. Specialmente per far crescere le giocatrici più giovani. Oggi quello che mi è dispiaciuto di più è stato l’approccio, perchè dovevamo giocare una partita straordinaria ma non ci siamo riusciti”

Imoco Volley Conegliano – Savino Del Bene Scandicci: 3-0 (25-15, 25-19, 25-23)

Imoco Volley Conegliano: Sorokaite n.e., De Kruijf 8, Geerties, Folie 6, Fersino (L2) n.e., Botezat, De Gennaro (L1), Ogbogu n.e., Enweonwu n.e., Gennari 1, Wolosz 2, Hill 8, Sylla 9, Egonu 20. All.: Santarelli D.

Savino Del Bene Scandicci: Carraro, Bricio 9, Stysiak 11, Malinov, Kakolewska 7, Pietrini 6, Merlo (L1), Lubian 1, Sloetjes 1, Cardullo, Molinaro n.e., Gray, Stevanovic 5, Kosareva (L2) n.e.. All.: Cristofani L.

Arbitri: Papadopol – Canessa

Attacco (Pt%): 51% – 38%

Muri: 8-4

Ace: 5-4

Ricezione (Pos%): 51% – 53%

Durata: 23′, 25′, 29′ . Tot.: 1h 17′