Skip to content

Grande emozione al Memorial Randazzo

Grande emozione al Memorial Randazzo

Anche quest’anno si è svolto il torneo dedicato alla dirigente del Volleyrò Casal de’ Pazzi

Anche quest’anno il Memorial Randazzo non ha tradito le aspettative. La due giorni di pallavolo organizzata dalVolleyrò Casal de’ Pazzi, in collaborazione con i Comitati Regionale del Lazio e Territoriale di Roma, è stata un susseguirsi di grandi emozioni e di sentita partecipazione. Al Pala Volleyrò Andrea Scozzese si sono affrontate due selezioni del Volleyrò Casal de’ Pazzi, l’Acqua & Sapone Roma, il CQR del Lazio e le americane del Minnesota della Northern Lights, in una serie di partite equilibrate e molto appassionanti.

Al termine delle gare si è svolta la cerimonia della premiazione, momento particolarmente toccante perché è stata ricordata da tanti amiciRosalba Randazzo, storica dirigente del Volleyrò Casal de’ Pazzi. Tra i più commossi, il presidente Luigi Caruso che annualmente fa da gran cerimoniere alla manifestazione. “Ogni anno mi fa piacere constatare come la figura di Rosalba rimanga impressa nei cuori di tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerla. Ormai è passato un po’ di tempo dalla sua scomparsa, ma il suo ricordo è ancora vivo in tutti noi. Ringrazio le squadre che hanno partecipato al torneo, in particolare gli amici della Northern Lights che ci omaggiano sempre della loro presenza e che ormai considero di famiglia. E poi un ringraziamento va rivolto ai Comitati e ovviamente ad Armando Monini, Laura Bruschini e Lionello Teofile che con me vivono ogni giorno questa bella realtà del Volleyrò CDP”.

A seguire ha parlato Simonetta Avalle, che ha avuto il piacere di conoscere Rosalba e che la ricorda come una donna forte e un esempio per tutti. “Sono in pochi qui coloro che hanno conosciuto Rosalba. Io, che ho qualche anno in più delle ragazze che hanno giocato oggi, ho avuto questo privilegio. Rosalba è stata prima di tutto una grande donna, una splendida mamma e poi un’appassionata dirigente. Ha iniziato da giocatrice, poi ha scelto di coltivare la sua passione per il volley insegnando a scuola e diventando una dirigente di pallavolo. Oggi sarebbe davvero orgogliosa di vedere che splendida creatura è diventato il suo Volleyrò Casal de’ Pazzi. Questa società dà la possibilità a tutte voi ragazze di avere un futuro nella pallavolo, che non deve per forza essere quello della campionessa. Si può amare questo sport in tanti modi, diventando allenatrici come me, arbitri e anche dirigenti come aveva scelto lei e come ha fatto la nostra Laura Bruschini”.

Gli ospiti della serata, Luciano Cecchi, Claudio Martinelli, Lino Magionami e Cristiana Giovannini, la figlia di Rosalba, hanno premiato tutte le squadre partecipanti.

Dopo la cerimonia, c’è stato ampio spazio per il giovanile rito dei selfie che ha unito Italia e Stati Uniti e poi tanta buona pizza offerta dall’organizzazione.