Skip to content

GRAZIE

GRAZIE

In un PalaEstra delle grandi occasioni con 1400 spettatori, record stagionale per la Savino Del Bene Scandicci, le ragazze di Parisi lottano fino all’ultimo secondo ma a Passare è Novara.

La Savino Del Bene Scandicci sceglie il 6+1 consueto con Malinov-Haak sull’asse palleggiatore-opposto, al centro Adenizia-Stevanovic, in banda Capitan Bosetti e Vasileva con Merlo libero. Barbolini risponde con Carlini al palleggio opposta ad Egonu, Veljkovic-Chirichella al centro, Bartsch e Plak come schiacciatrici e Sansonna come libero.

Novara parte a tutta con Egonu e l’ace di Bartsch (0-3). Sullo 0-5 Adenizia sigla il primo punto locale. Haak raddoppia, ma Veljkovic fa il 2-6. Vasileva trova una parallela splendida (3-6), ma Novara continua a macinare con il turno di servizio di Egonu (4-9). La stella della nazionale manda fuori il servizio, ma Chirichella riporta il punteggio sul +6 (4-10). La stessa poi firma il 5-12 con un ace. Bosetti suona la carica con un pallonetto (8-12). Haak attacca la zona di conflitto (9-13) e Stevanovic trova una fast sulla riga (12-15). La svedese poi però manda fuori (12-17) e Novara allunga sul 13-20 costringendo Parisi a cambiare Caracuta con Malinov e Haak con Kosheleva.

La russa firma il quattordicesimo punto Savino, ma le ragazze di Barbolini sono una furia e si portano sul 15-23. Il set si chiude con un servizio sbagliato sul 16-25.

La partita è tesa. Il popolo di Scandicci anche. La situazione di pareggio continua fino al 3-3 quando Bosetti trova il punto del sorpasso. Egonu commette fallo (6-3) ma poi l’Igor riparte proprio con l’azzurra (7-6). Punto a punto, Haak va in parallela (10-8) ma Plak è in forma, proprio come in Gara 3. Haak commette fallo (11-11), ma proprio la svedese firma il 13-11. Sul +4 scandiccese Barbolini prende tempo e Bartsch riconsegna il servizio nelle mani di Novara. Stevanovic fa alzare tutto il palazzetto e Haak firma il +5 (18-13) costringendo Barbolini ad un altro time-out. Bisconti subisce un ace per il 18-15 e Parisi emula l’allenatore avversario. Haak spara fuori ed Egonu accorcia ancora (18-17). La giovane svedese fa il 20-17, Plak spara fuori (22-17) e sempre la diciotto piemontese porta sul -3 il gap. Haak arma il braccio, ma Chirichella risponde (23-20). Egonu spara fuori il servizio e Vasileva chiude sul 25-21.

Il terzo set si apre come il secondo, punto a punto. La Savino prova la fuga, Egonu risponde (5-3) ma Stevanovic spara forte (6-4). Chirichella serve out e Haak spara là, dove nessuno può arrivare, per l’8-6. Novara è lì ma Bosetti manda fuori tempo tutti, costringendo al time-out Novara (11-8). Stevanovic fa capolino dalla rete per due volte (14-10) e Barbolini sul 15-10 ferma tutto. Plak tira una bomba fuori (16-11) e Stevanovic firma il 17-11. Adenizia sul diciassettesimo punto decide di prendere la scala e piazzare due murate splendide (19-12). Novara rientra cambiando Bartsch e Carlini per Nizetich e Camera ma un fallo fa sognare Scandicci. Il finale è una discesa continua con Vasileva che chiude (25-13).

C’è tensione (2-2), Vasileva sbaglia il servizio ma è pari cinque, Haak manda fuori e Chirichella allunga (5-8). Adenizia però fa -1 (7-8). Haak pareggia ma Novara torna a servire. Sul +2 piemontese Haak scalda Scandicci e costringe Barbolini a fermare tutto. La partita è punto a punto dal 10-10, le squadre sono stanche e a segno va sempre chi sbaglia meno. Stevanovic stampa un muro in faccia a Veljkovic (14-13), ma Egonu ribalta tutto nuovamente. La stessa allunga sul 15-17 e costringe Parisi a far respirare la squadra 15-17. Egonu ancora la mette “in the box” e Veljkovic trova l’ace del 15-19.

L’Igor è sul +5 con la cannonata di Egonu e Parisi ferma nuovamente tutto.

Con sei punti gap Parisi opta per il doppio cambio Caracuta-Kosheleva per Malinov-Haak. Veljkovic trova un altro ace (15-22). La emula Stevanovic (17-22), ma poi sbaglia consegnando il 23esimo punto a Novara. Haak accorcia con Malinov in battuta ma Plak consegna il set point a Novara. Vasileva c’è (19-22) e Barbolini ferma il recupero scandiccese prendendo tempo.

Novara chiude il set con una murata su Vasileva e si va all’ennesimo tiebreak.

 

Nel set corto apre le danze Novara ma la Savino risponde (3-2). Bartsch ribalta (3-5) ed allunga ancora in diagonale (4-6). Bosetti suona la carica e Vasileva pareggia. Egonu costringe Scandicci al cambio di campo 6-8. Adenizia va in primo tempo (7-8) e Bosetti trova la parallela che porta il pari costringendo Barbolini a fermare nuovamente il gioco. Novara commette fallo, poi Egonu trova il pari; ma Adenizia segna ancora. Una incomprensione rimanda Veljkovic al servizio, ma Vasileva trova il pallonetto. Parisi inserisce Caracuta per Bisconti ma è sempre Egonu che schianta il pallone con una facilità estrema. Sempre l’azzurra riporta il vantaggio alle piemontesi. Sul +3, la Savino recupera fino al 15-14, ma Novara c’è e non molla mai. Plak al servizio fa orchestrare Malinov per Vasileva per il 16-16. Sul 17-16 Scandicci, torna Egonu alla carica e consegna a Nizetich una palla pesantissima ma Scandicci c’è ancora. Il pari continua fino al 19-19 quando Egonu chiude la gara definitivamente.

GRAZIE!

 

LE PAROLE DI CARLO PARISI

“Alla fine c’è mancata lucidità, sono state utilizzate tutte le energie fisiche e mentali. Quando dal 14-11, siamo arrivati al match point ho avuto più di una speranza. Voglio fare i complimenti a tutti, perché tutti hanno dato tutto. Io le voglio ringraziare tutte, sono state encomiabili in tutto, le mando un abbraccio affettuoso. Sarebbe stato bello finire alla quinta ma è andata così”

Savino Del Bene Scandicci – Igor Volley Novara

Savino Del Bene Scandicci: Bisconti, Malinov 4, Adenizia 7, Mitchem ne, Merlo L, Papa ne, Haak 24, Mazzaro ne, Zago L ne, Caracuta, Stevanovic 10, Bosetti 13, Vasileva 14, Kosheleva 1.

All.: Carlo Parisi

Vice: Simone Bendandi.

Igor Volley Novara:

Igor Volley Novara: Carlini 4, Stufi ne, Camera 1, Plak 15, Nizetich ne, Chirichella 9, Sansonna L, Piccinini, Bici, Bartsch, Zannoni ne, Veljkovic 8, Egonu 38. All.: Massimo Barbolini Vice: Davide Baraldi

Attacco 39%-38%

Ricezione 40%-33%

Errori 17-34

Spettatori: 1400

Arbitri: Zavater, Saltalippi,