Skip to content

Grazie

Grazie

Vittoria nel derby contro Il Bisonte

DECIMA GIORNATA CAMPIONATO SERIE A1 FEMMINILE MASTERGROUP

IL BISONTE FIRENZE – SAVINO DEL BENE SCANDICCI
Set:19-25; 22-25; 22-25.
IL BISONTE FIRENZE: Mastrodicasa 1, Petrucci 1, Liliom 4, Turlea 12, Negrini 6, Poggi ne, Pascucci 3, Parrochiale (L), Savelli (L), Pietrelli, Calloni 10, Bertone 6, Vingaretti. All. Vannini Ass. Gentile.
SAVINO DEL BENE VOLLEY: Perinelli ne, Stufi 7, Garzaro 4, Samec Lipicer 13, Lussana (L), Astarita ne, Ruzzini (L), Muresan 13, Scacchetti ne, Vanzurova 15, Menghi 3, Vincourova 4. All. Bellano Ass. Azzini
ARBITRI: Longo Antonio di Grosseto e Saltalippi Fabrizio di Perugia.
NOTE – durata set: 24’, 21’, 25’ . Per un totale di 70’ .

Spettatori:
4000 circa

Un sogno che si realizza. La Savino Del Bene vince davanti ad un Mandela gremito e allontana tutte le paure nel giorno nel quale veniva scritto un pezzo di storia di Firenze: il primo derby di Serie A1 femminile di volley. Una città che come tutti sanno ha nel dna l’essenza dello sport.
Il Bisonte Firenze, padrone di casa, arriva da un ottimo periodo di forma, la Savino Del Bene da alcune prove opache.
Il campo è stato il palcoscenico di questa giornata dove a vincere è stata, comunque, la pallavolo.
Arriviamo alla cronaca del derby:
La partita si preannuncia subito combattuta dopo pochi scambi: Vanzurova risponde al punto del Bisonte (1 a 1) con un missile schiacciato nei tre metri. Bel lungo linea di Samec Lipicer che regala il primo vantaggio per Scandicci (2 a 3). Il match procede punto a punto tra due squadre che non hanno alcuna intenzione di perdere il set, sugli scudi il capitano di Scandicci, Lipicer: è lei la più decisiva tra le fila della Savino in questo avvio. Bellissimo pallonetto di Muresan per il 10 a 8 Savino Del Bene che tenta la fuga. Le Bisontine non ci stanno e col muro di Bertone riagguantano il risultato (11 a 11), ma è Vanzurova a trovare il time out tecnico. Scandicci continua a restare avanti grazie agli ottimi colpi di Muresan e alle fast di Stufi (15 a 17). Subito dopo è ancora Vanzurova a mettere fine ad uno scambio lunghissimo (16 a 19). Sale alto il grido dei sostenitori di Scandicci, gli Scandicci Road Runners, che stanno spingendo la squadra verso la vittoria del primo set. Break importante per la Savino con Muresan alla battuta, con una Stufi strepitosa a muro, anche a uno (16 a 20). Ancora una volta il capitano Lipicer, con l’aiuto del muro avversario, trova il parquet del Bisonte e griffa il punto numero 23. Stufi di potenza sfrutta l’errore delle Bisontine e sigla il punto del 19 a 24. Il primo set point va sprecato, ma il secondo a disposizione è un regalo del Bisonte che commette fallo e il primo set finisce col seguente risultato: 19 a 25 per la Savino Del Bene. 
Le bisontine sembrano aver accusato il colpo e la Savino Del Bene e approfitta subito ad inizio della seconda frazione di gioco con un importante break: 0 a 4 per la squadra ospite. Bertone si carica Firenze sulle spalle sfruttando al meglio i suoi 202 cm e sigla due muri consecutivi (3 a 5). Scandicci sembra accusare la reazione veemente di Bisonte e si fa raggiungere, subendo anche il sorpasso per mano della solita Bertone (9 a 7). Da sottolineare il break pesante di 6 a 1 per Firenze che sfrutta anche qualche errore ed incertezza delle ragazze di Bellano. Scandicci, dopo il time out tecnico risponde colpo su colpo per risanare il gap di tre punti a favore di Bisonte, Garzaro firma il 14 a 14, peccato per i cinque errori punto della Savino del Bene Volley, il risultato sarebbe stato diverso. Nel secondo parziale cala il rendimento di Daiana Muresan, compensato dal ritorno del capitano Samec Lipicer e del centro. La Savino Del Bene soffre molto il servizio di Turlea, è già successo ben due volte dall’inizio dell’incontro, la sua battuta non forzata, ma tattica, mette in apprensione tutta la linea difensiva di Scandicci che si riprende alla grande e col muro di Muresan torna in vantaggio (18 a 19). Bellissimo ace di Vincourova 18 a 20 per la squadra ospite. Il set di Scandicci è molto altalenante, complici gli innumerevoli attacchi sbagliati (ben 7 errori) e dal 18 a 20 il Bisonte torna a condurre per 21 a 20. Bellano chiama il time out e inserisce Menghi per Stufi che trova subito il pareggio 21 a 21. Muro di Vanzurova e Scandicci è avanti per 24 a 22, Stufi rientra e mura Pascucci: 2 a 0 per la Savino Del Bene. Secondo set molto più combattuto del precedente, ma è tutto merito della Savino che con errori decisivi sia in attacco che in difesa ha tenuto il risultato aperto fino all’ultimo. 
La terza ripresa si apre con un bel muro di Menghi, la Savino dimostra di essere scesa in campo con la voglia, la determinazione e la cattiveria agonistica per portare a casa i tre punti. Torna a far punto Turlea dopo un set all’asciutto. Il Bisonte deve reagire e lo fa al meglio trovando un altro break importante portandosi sul 6 a 3. Lipicer pone fine al momentaneo digiuno di punti per il 4 a 6. Vanzurova si fa murare e il Bisonte scappa: 9 a 5, ma Vanzurova non si scompone e nei due scambi successivi griffa due punti (9 a 7). Vanzurova si scatena e va ancora a punto, seguita subito dal muro di Vincourova (10 a 10), la Savino si rimette in carreggiata. Muresan griffa il 12 a 12, adesso le due squadre procedono punto a punto e coach Bellano cerca la mossa vincente inserendo Stufi al posto di Garzaro. Stufi ripaga subito la fiducia con un’ottima fast, che non va a segno ed un muro a uno e firma l’inizio del break di Scandicci (14 a 17). La partita si accende: il Bisonte non può perdere e la Savino vuole i tre punti, il set procede punto a punto con scambi belli e infiniti, Stufi firma il 22 a 22 e con una fast stupenda griffa anche il 23 a 22 per la Scandicci. Ace di Vincourova e alla Savino manca un punto per aggiudicarsi il match (22 a 24). Muro di Lipicer-Stufi e la Savino si aggiudica il derby toscano. Semplicemente perfette e da oggi un pezzo di storia di sport è stato scritto.
Grazie ragazze.