Skip to content

La Savino Del Bene vince a Forlì e entra nella zona play-off

La Savino Del Bene vince a Forlì e entra nella zona play-off

Partita difficile e di carattere per le ragazze di Bellano

QUARTA GIORNATA DI RITORNO CAMPIONATO SERIE A1 FEMMINILE MASTERGROUP

Forlì – Savino Del Bene Volley

1 – 3

Set: 25 – 27, 26 – 24, 11 – 25, 22 – 25

Forlì: Lancilotti ne, Stoltenborg 2, Ventura 3, Ceron 10, Potokar 3, Nazarenko ne, Guasti, Neriotti 13, Aguero 18, Koleva 22, Ferrara (l), Rossi ne. All. Vercesi

SAVINO DEL BENE VOLLEY: Perinelli, Stufi 12, Garzaro 11, Samec Lipicer 15, Lussana (L), Ruzzini (L), Muresan 20, Scacchetti, Vanzurova 13, Menghi ne, Vincourova 3. All. Bellano. Ass. Azzini

ARBITRI: Massimo Florian e Umberto Zanussi

DURATA SET: 30’, 27′, 20′, 28′.

Serviva una vittoria per entrare nella zona play-off, e una vittoria è arrivata: ma è dovuta scendere in campo la Savino Del Bene formato “Modena” per aver la meglio su Forlì.

Primo punto del match griffato Koleva a evidenziare che se la Savino Del Bene vuole vincere dovrà giocare la sua miglior pallavolo. Inizio equilibrato, con Aguero per le padrone di casa subito sugli scudi. É infatti con una bellissima diagonale di Tay che le romagnole conquistano il mini-break iniziale (6-3). Ecco che viene fuori la reazione da grande squadra e corale della Savino Del Bene che annulla lo svantaggio e si porta avanti nel punteggio e nel gioco. Ma regna l’equilibrio: si combatte sul filo dei nervi, Koleva e Ceron danno una mano a Forlì per riportarsi in vantaggio. Assoluto equilibrio in campo. Koleva ancora a segno 15 a 13. Poi Vincourova trova le braccia più calde: Vanzurova, Lipicer e Muresan mettono a terra palloni importanti e pesanti. Muresan incitata a gran voce dai Road Runners colpisce due volte consecutive 19-21. Le ragazze di Bellano trovano la giusta tranquillità e proprio nel finale di set riescono a giocare la miglior pallavolo e grazie ancora una volta a Muresan (9 punti personali) si aggiudicano il parziale: 25- 27. Emozioni, rabbia ma anche qualche errore di troppo.

Koleva inizia il secondo parziale con una furia agonistica da ragazzina e trova il parquet da ogni posizione, per la prima volta Scandicci sembra veramente in difficoltà.

Al time-out tecnico Forlì conduce 12 a 11. Coach Bellano mantiene la calma e dispensa consigli, cercando di limare gli errori della fiorentine. Koleva attacca – Muresan risponde (14 a 14). Ma è la trascinatrice delle padrone di casa a riportare la sua squadra sul 16 a 14, piegando le mani del muro. Koleva rischia di diventare un vero incubo per la Savino Del Bene. Garzaro erge un muro: 17 a 16 Forlì. Le padrone di casa danno tutte le energie a disposizione per rimanere incollate alla Serie A1 e si portano sul 22 a 19. Il nostro capitano non ci sta: scuote la squadra e mette giù palloni medicinali, 22 pari. Altro finale di set giocato punto a punto. Koleva annulla un set point (24 a 24) conquistato da Muresan e Forlì si aggiudica la seconda battaglia 26 a 24.

Strepitosa Koleva, la Savino Del Bene se vuole conquistare i tre punti deve trovare il modo di fermare la bulgara.

Fantastico inizio di parziale della Savino Del Bene con l’ex Garzaro sugli scudi e una “ritrovata” Stufi; finalmente arrivano punti e muri pesanti dalle nostre centrali nel momento più difficile della partita.

Questa è la Savino Del Bene ammirata contro Modena: 12 a 7 al time-out tecnico. Ancora fast di Stufi: 15 a 9. Il set si chiude 25 a 11, ma ci sarà ancora da lottare.

Nel quarto parziale ancora la Savino del Bene che sembra aver cambiato definitivamente ritmo. Stufi è scatenata, ancora una fast: 1 – 3. Koleva ancora lei (7-8), tocca quota 21 e non fa scappare la Savino. Time-out Bellano. Primo vantaggio Forlì: 10 – 9. Il pubblico di casa spinge le romagnole a non mollare, le ragazze di Vercesi giocano con il coltello tra i denti, 12 a 9. Partita incredibile. La Savino è chiamata ad una prova caratteriale da “big” della Serie A1. Aguero cresce, momento difficile per le toscane. Ora serve la miglior Vanzurova che si fa trovare pronta, nuova parità 16 a 16. Altro finale giocato punto a punto. Muresan, nel quarto set opaca, firma il nuovo vantaggio Savino. Koleva sembra non essere più lucida, lucidità che non manca alla Savino Del Bene che vince 22 a 25 con un bellissimo colpo di Samec Lipicer. Vittoria sofferta, vittoria da grande squadra che crede nei play-off. Complimenti a Forlì che non merita i 4 punti in classifica.