Skip to content

Nell’Uovo di Pasqua, la Savino Del Bene Scandicci vuole Gara 3

Nell’Uovo di Pasqua, la Savino Del Bene Scandicci vuole Gara 3

Dopo la sconfitta in gara 2, la Savino Del Bene Scandicci è pronta a ritornare sul taraflex del PalaIgor di Novara per Gara 3. Le ragazze di Parisi infatti, dopo appena un giorno alla seconda sfida contro le piemontesi, dovranno provare a fermare Paola Egonu e compagne in una sfida che prevede grandi emozioni.
Infatti, le prime due sfide hanno regalato più di quattro ore di gioco in diretta Rai, ed anche Gara 3 si preannuncia una battaglia senza esclusione di colpi.
La Savino Del Bene Scandicci dovrà rivedere gli errori fatti nel quarto set di Gara 1 e nel primo di Gara 2 per poter provare a sognare.
Con la vittoria di Novara, la serie andrà sicuramente a Gara 4 che si svolgerà il prossimo 25 Aprile al PalaEstra di Siena alle 18.30.

15 i precedenti tra le due formazioni. Il bilancio recita 11 vittorie piemontesi e 4 successi scandiccesi. In questa stagione il conto dei precedenti è in favorevole alla Savino Del Bene. Novara infatti ha vinto una sola gara contro Scandicci, ovvero quella che alla seconda giornata (0-3) in casa di Scandicci. La Savino Del Bene invece si è imposta (2-3) nella gara di ritorno della stagione regolare e, ovviamente, nella gara 1 delle semifinali scudetto.

Quello di questa stagione non è il primo confronto ai play off tra Savino Del Bene Scandicci e Igor Gorgonzola Novara. Le due formazioni infatti si affrontarono durante i quarti di finale della stagione 2016/2017. In quell’occasione a passare il turno fu Novara, che si impose 2-1 nella serie.

Le Parole di Carlo Parisi: “Domani dovremmo non perdere lucidità. In gara 2, una volta sopra di punteggio, a volte siamo riusciti a gestire le emozioni, a volte no. Sabato abbiamo avuto qualche situazione poco fortunata, ma la fortuna te la devi andare a cercare. Dovremo essere aggressivi al massimo, per tenerli sotto pressione visto che anche loro hanno delle falle e quindi sta a noi non aiutarli e fare la nostra partita”.