Skip to content

Non c’è sconfitta nel cuore di chi lotta! Tutti a Siena!

Non c’è sconfitta nel cuore di chi lotta! Tutti a Siena!

Al Pala Igor di Novara va in scena la Gara 3 di semifinale scudetto tra le padrone di casa della Igor Gorgonzola e le ragazze della Savino Del Bene Scandicci. Dopo i primi due episodi la serie è in parità sull’1-1, con la squadra di Carlo Parisi che si presenta alla terza sfida dopo la sconfitta 3-1 di Gara 2.

Coach Parisi non modifica il suo sestetto iniziale e per il terzo capitolo della sfida con Novara conferma la formazione già vista nelle prime due partite. Malinov dunque al palleggio, Haak come opposto, Adenizia e Stevanovic al centro, Bosetti e Vasileva da schiacciatrici e Merlo come libero.

Neanche nel 6+1 di Novara ci sono novità rispetto a Gara 2. Coach Barbolini schiera la sua Igor Gorgonzola con Carlini da palleggiatrice, Egonu come opposto, Chirichella e Veljkovic come centrali, mentre in banda vanno Barstch e Piccinini. Sansonna ricopre invece il ruolo di libero.

La Savino Del Bene entra in campo rabbiosa e determinata. La squadra di Parisi vuole vendicare la sconfitta di Gara 2 e in un amen è avanti 1-5. Barbolini ferma la gara con un time out, la Savino Del Bene non si ferma e con Bosetti mette a terra un pallone che mortifica delle grandi difese di Novara e vale per il 2-8 Scandiccese. Un ace di Vasileva ed un muro di Stevanovic fanno scattare l’allarme rosso tra le fila di Novara e Barbolini chiama così un nuovo time out. Il tecnico della Igor mischia le carte e inserisce Camera e Bici per Carlini ed Egonu, successivamente sempre il coach piemontese manda in campo Nizetich per Piccinini, ma la Savino Del Bene vola fino al 2-14. Adenizia a muro scrive 4-16 sul tabellone luminoso del Pala Igor, un ace di Bosetti vale invece il 5-18. A questo punto la Igor prova a rientrare. Egonu segna e accorcia per le sue compagne (11-22), la Savino Del Bene non vuole però regalare il primo set come già successo in Gara 2 e un muro di Bosetti regala a Scandicci la vittoria di set sul 14-25.

Dopo un primo set dominato, la Savino Del Bene deve combattere punto a punto nella seconda frazione di gioco. Stevanovic in fast segna il 3-5, Bosetti con un numero di magia fa passare il pallone attraverso il muro di Novara e fa 4-6. La Igor arriva comunque sul pareggio 7-7 e trova il vantaggio sul 10-9 grazie ad un muro di Veljkovic. Le due squadre vanno avanti a braccetto fino al 18-18, con Plak ed Egonu a guidare l’attacco piemontese. Haak e Vasileva costruiscono però un mini break di due punti che portano Scandicci sul +2 (18-20). Haak continua a sognare, ma tre punti consecutivi di Egonu, di cui due a muro, riportano la Igor Gorgonzola avanti sul 23-22. Un muro di Plak ed un attacco, sempre ad opera dell’olandese, permettono a Novara di conquistare il set 25-22.

A seguire un secondo set equilibrato e vinto da Novara in rimonta, arriva un avvio di terza frazione che ricalca quella precedente. Dal 5-5 in poi però, la Savino Del Bene cambia passo. Un ace di Stevanovic (5-9) costringe Barbolini al time out. Con Bosetti Scandicci segna anche il 5-10 e costruisce un margine da gestire per tutto il set. Il gap in favore di Scandicci infatit varia tra i 3 ed i 5 punti, ma comunque Novara non riesce ad accorciare maggiormente. Stevanovic segna con continuità, Haak martella e Scandicci arriva sul +6 (13-19) su di un errore in attacco di Chirichella. Un’invasione del muro di Scandicci, un attacco out di Haak ed un punto di Egonu consentono a Novara di tornare sul -3. Bartsch segna dopo un lungo scambio, il muro di Novara piazza il “moster block” e le piemontesi si ritrovano sotto di un solo punto (19-20). Parisi ferma la gara con un time out che vuole spezzare la rimonta novarese. Rimonta tentata, ma non concretizata: Haak segna tre punti in fila, Stevanovic aggiusta un bagher sbagliato di Bosetti e segna il 22-24. Il punto che chiude il set lo firma la stessa Bosetti, che inchioda a terra il 23-25.

Novara stringe i denti ed entra in campo determinata a difendere il proprio campo. L’avvio è infatti positivo per la Igor. Sull’8-4 segnato da Bartsch Parisi deve fermare la gara. Al rientro dal time out il copione non cambia. Novara prima mura Bosetti (9-4), poi segna con Bartsch (10-5). La Savino Del Bene non sembra in grado di erodere il vantaggio di cinque punti delle piemontesi, ma un errore al servizio di Egonu ed un pallone messo a terra da Haak danno speranza a Parisi (15-11) e portano Barbolini al time out. Al rientro in campo Plak è grande protagonista, prima segna con un attacco terrificante che colpisce in pieno volto Merlo, poi porta il risultato sul 18-11 con due ace consecutivi. È lo strappo che decide il set, Novara si aggiudica il set 25-18 con un primo tempo di Veljkovic.

Novara e Scandicci si fronteggiano nuovamente al tie break, come successo nella gara di ritorno della regular season e anche in Gara 1. L’avvio di quinto set è punto a punto, c’è tensione e sul 3-2 arriva un giallo per i due coach. Haak firma il pari sul 4-4, ma Egonu, un’invasione di Bosetti ed un ace di Nizetich portano il punteggio sul 7-4. Parisi ferma il match con un time out, ma Nizetich non perde la concentrazione ed al rientro in campo segna, sempre su battuta, l’8-4. Bosetti ed Haak provano a lanciare la rimonta per Scandicci. La svedese che segna il 10-7, ma Egonu allunga sull’11-7. Dopo uno scambio confusionario Plak mette a terra il 12-8, Scandicci non molla e segna ancora con Haak e con un muro di Malinov (12-10). Con Haak la Savino Del Bene segna anche il punto del -1, ma Egonu, con il colpo del 13-11, riporta a due i punti di vantaggio di Novara. Un ace di Plak ed un muro di Chirichella consentono alla Igor Gorgonzola di chiudere il tie break 15-11. Per Novara arriva la seconda vittoria nella serie, adesso le ragazze di Barbolini sono in vantaggio 2-1. Il prossimo capitolo della serie sarà a Siena il 25 aprile, le due formazioni torneranno in campo per Gara 4.

Carlo Parisi post partita: “Abbiamo fatto una bella partita. La squadra è stata bene in campo. Abbiamo fatto tre buoni set, peccato per il secondo che, nelle fasi finali, non ci ha visto lucidi e coraggiosi a sufficienza per lavorare colpi più efficaci. Abbiamo favorito loro chiudendo troppo i colpi, subendo muri poi determinanti. Nel complesso la squadra si è comportata bene, è stata bene in campo e le abbiamo messe in grossa difficoltà. Nel quinto siamo partiti un po’ così così, c’è mancato qualcosa che è tornato sul finire del set, ma era un troppo tardi. Rimane la buona sensazione della squadra e della gara che abbiamo giocato. Se il nostro livello di gioco e di aggressività è questo possiamo metterle in difficoltà.”

Igor Gorgonzola Novara – Savino Del Bene Scandicci: 3-2 (14-25, 25-22, 23-25, 25-18, 15-11)

Igor Gorgonzola Novara: Carlini 3, Stufi n.e., Camera, Plak 19, Nizetich 3, Chirichella 5, Sansonna (L), Piccinini, Bici, Bartsch-Hackley 16, Zannoni (L2), Veljkovic 16, Egonu 23. All.: Barbolini M.

Savino Del Bene Scandicci: Bisconti, Malinov 5, Adenizia 3, Mitchem n.e., Merlo (L), Papa n.e., Haak 31, Mazzaro n.e., Zago (L2), Caracuta, Stevanovic 11, Bosetti 14, Vasileva 12, Kosheleva 1. All.: Parisi C.

Arbitri: Goitre M. – Venturi G.

Durata: 22′, 27′, 30′, 27′ 19′. Totale: 2h 5′

Attacco: 45%-44%

Ricezione perfetta: 34%-30%

Muri: 12-9

Ace: 13-4