Skip to content

Under 14 – Final Four

Under 14 – Final Four

La Savino Del Bene Volley chiude la fase territoriale del campionato di Under 14 con un terzo e un quarto posto. E’ un risultato importante per il sodalizio scandiccese che sottolinea, dopo i traguardi raggiunti negli scorsi anni, la continuità dell’ottimo lavoro svolto a 360 gradi su tutto il proprio bacino atlete. La Savino Del Bene Volley, infatti, è l’unica società che è riuscita a portare ben due squadre all’atto finale di una competizione territoriale; una qualificazione alla Final Four che fa poi accedere, di diritto, entrambe le formazioni targate Scandicci e Montelupo, alla successiva fase regionale.

Non si può nascondere però, più di un rammarico, per una finalissima sfumata davvero per un soffio; una finalissima di Under 14 che solo per tanta sfortuna non è potuta diventare, clamorosamente, una sfida in famiglia tra la Savino Del Bene Volley Montelupo, sconfitta in semifinale 3-2 dal Calenzano Volley; e la Savino Del Bene Volley Scandicci, sconfitta anch’essa al tie break in semifinale dall’Ariete Prato. Le vicissitudini di due partite giocate comunque bene dalle nostre squadre, ha voluto che i nostri schieramenti si ritrovassero di fronte, per la terza volta in questa stagione, nella finalina per il terzo posto, vinta poi 3-1 dalle bimbe di Montelupo.

Le parole di Monica Brenzini, assistant coach della Savino Del Bene Volley Scandicci e di Meri Malucchi, allenatrice della Savino Del Bene Volley Montelupo, raccontano una domenica della quale essere soddisfatti in prospettiva futura, con il rimpianto per non esser stato “affar nostro” la finale territoriale.

Monica Brenzini: “È stata una final four ricca di emozioni che ci ha visto protagonisti nella prima gara contro Prato. Dopo un primo set, dove siamo state impaurite e contratte, siamo passate a giocare gli altri set con grande padronanza di gioco e mettendo in dubbio l’esito di una partita, che per molti sembrava scontata. Abbiamo messo in grande difficoltà Prato, che si è aggiudicato la gara solo al tiebreak. Belle soluzioni offensive delle nostre bimbe, con alzate poco prevedibili in fast e super, buona visione di gioco e bel lavoro del muro al centro. Ci siamo dimostrate squadra, aggrappandoci ai nostri punti di forza nei momenti più difficili. C’è stato un momento che ho creduto veramente che ce l’avremmo fatta; poi alcuni episodi hanno rimesso in gioco le nostre avversarie, dopodiché è stato troppo difficile colmare lo svantaggio nel quinto set. Aver partecipato al girone d’eccellenza ci ha permesso di arrivare alla finale del terzo/quarto posto con un buon allenamento fisico e mentale; un’esperienza che, personalmente, avevo provato da giocatrice, quando ho disputato l’under14 sotto la guida di Sergio Paoletti e che riviverla da tecnico, mi ha suscitato emozioni diverse, ma ugualmente forti e importanti. Ringrazio questo splendido gruppo di bimbe; Sergio Paoletti, da cui c’è sempre da imparare e tutta la società Savino Del Bene per la fiducia che mi è stata data. Il viaggio adesso continua e l’obiettivo è fare bene anche nella fase regionale”.

Meri Malucchi:“Abbiamo avuto un approccio alla partita di semifinale segnato da troppa tensione, perdendo il primo set quasi senza giocare. La partita vera propria è iniziata dal secondo, quando abbiamo cominciato a ritrovare le nostre armi migliori, cioè il servizio e i fondamentali di seconda linea. Non ritengo che abbiamo avuto la nostra miglior battuta, soprattutto tatticamente, perché dopo un primo set giocato malissimo, ho preferito non caricare di richieste le mie giocatrici. Con il senno di poi, forse questo ci ha penalizzato nell’intero sviluppo della gara. Calenzano si è dimostrato una squadra in netta crescita e, probabilmente, aggredendolo di più al servizio, avremmo avuto un risultato diverso. Purtroppo nel tie break, avanti 13-10, abbiamo commesso degli errori che hanno permesso alle nostre avversarie di rientrare e superarci in volata. C’è molto rammarico per questo, ma il fatto di aver dovuto fare i conti con infortuni e recuperi in extremis, posso essere anche contenta; anche se non si è mai contenti quando si perde; e soprattutto 17-15 al tie break. Mi sarebbe piaciuto riconfermare il secondo posto dello scorso anno e magari giocarci la finale alla pari contro Prato, così come ha fatto poi Calenzano. Ci prendiamo un terzo posto con fierezza, perché le ragazze sono state molto brave nel pomeriggio a ritrovare le forze per battere le cugine della Savino Del Bene Scandicci. Ero molto preoccupata per come erano andate le cose in mattinata nella semifinale e ritrovare le energie, anche mentali, non era facile. In più, siamo andate a mangiare alle 2 e alle 3 siamo dovute rientrare subito in campo per il riscaldamento. Le bimbe hanno giocato una partita con meno tensione e questa è stata la nostra fortuna perché, a parte il secondo set, nel quale ci siamo bloccate e non siamo riuscite a gestire un ampio vantaggio, poi siamo riuscite sempre a fare il nostro gioco e a portare a casa la vittoria. Un terzo posto che, forse, non è un granché, ma mi sarebbe dispiaciuto arrivare oltre, dopo una bella prima fase in regular season. Adesso dobbiamo iniziare a preparare il regionale che partirà il 16 febbraio”.

Semifinali

Ariete Pvp – Savino Del Bene Volley Project Scandicci 3-2 (25-13, 16-25, 20-25, 25-18, 9-15)

Savino Del Bene Volley Project Montelupo – Calenzano 2-3 (14-25, 25-22, 28-26, 20-25, 15-17)

Finale terzo posto

Savino Del Bene Volley Project Scandicci – Savino Del Bene Volley Project Montelupo 1-3 (16-25, 25-23, 18-25, 19-25)

SDB Volley Project Scandicci: Antonini Angelica; Bandecchi Gaia; Bartolini Emma; Ceccanti Alice; Coveri Diletta; Dri Gaia; Gabbrielli Irene; Guido Eleonora; Napolitano Sofia; Pepi Siria; Sinforici Sofia; Zuffanelli Camilla; Rebecca Cecchini; Allenatore Sergio Paoletti; II Allenatrice Monica Brenzini.

SDB Volley Project Montelupo Rossa: Bellucci Eleonora; Bertolli Alessia; Cambini Giada; Cardenas Brenda Maria; Fanfani Giulia; Giussani Matilde; Landini Emma; Libone Beatrice; Mazzantini Giada; Migliarini Giulia; Allenatrice Meri Malucchi; II Allenatrice Stella Salvadori